Venerdì 2 dicembre tornano al Joy’s le Tradizioni Culinarie. Questa volta la nostra chef mamma Ele ci farà assaporare le delizie della Scaloppina! Una serata da assaporare !

Le scaloppine al vino bianco e prezzemolo sono un tipico secondo piatto di origine Milanese, dove appunto l’”erborin”(prezzemolo in milanese) signoreggia immancabile sulla tavola lombarda. Un tempo questa preparazione era considerata da mezza festa, ma oggi possiamo affermare che le semplici e ghiotte scaloppine vengono gustate in qualsiasi giorno della settimana, magari affiancate da una bella porzione di purè di patate o verdure! Scaloppina è un termine molto usato anche all’estero per indicare una fettina di carne di maiale o vitello (ma più recentemente anche di petto di tacchino), solitamente ricavata dalla fesa o dalla noce. Il suo peso deve aggirarsi intorno ai 50 gr circa, non deve contenere grasso o connettivi, e non deve essere spessa più di ½ cm; deve essere appiattita col batticarne per darle forma ovale. La scaloppina è ideale per ricette con brevi cotture. La presenza di un vino come fondo di cottura all’interno di un piatto rende l’abbinamento ancora più sottile: in questo caso, la freschezza data dall’acidità del vino bianco si unisce alle sfumature dolci dell’infarinatura della carne, mentre la cottura concentra il vino e ne fa evaporare la nota alcolica, estraendo lievi sentori zuccherini. Poiché il vino usato in cottura è bianco, è meglio abbinare al piatto un vino bianco. La cottura a base di burro e vino garantisce al piatto una piacevole untuosità, che dovrà essere bilanciata da un buon tenore alcolico. Inoltre, la presenza del vino in cottura e delle note fresche ed erbacee del prezzemolo richiedono l’abbinamento con un vino profumato e persistente.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

This site is protected by WP-CopyRightPro