Parte la rassegna SESSIONS del Joy’s Pub di Corso Sonnino a Bari sabato 26 ottobre 2013. Primo gruppo ad esibirsi nella dimensione intima del pub: le FARAUALLA. Un quartetto vocale di sole donne, nato nel 1995 dall’unione di quattro professioniste provenienti da  studi e ambiti musicali differenti. In comune hanno l’utilizzo della voce come “strumento”, attraverso la polifonia e l’applicazione a sonorità provenienti da luoghi, etnie e periodici storici estremamente differenti tra loro.

Le composizioni risultano quindi originali, e, come nei brani della tradizione, spesso si evolvono a partire da una matrice improvvisata. In questa unione perfetta di culture diverse emerge comunque il loro essere pugliesi, sia nell’uso degli strumenti, che nel linguaggio e nel nome stesso del gruppo.

Componenti del quartetto sono: Gabriella Schiavone, Teresa Vallarella, Maristella Schiavone e Serena Fortebraccio.

Le Faraualla si sono esibite insieme ad artisti di fama e levatura internazionale: la mongola Sainkho Namtchylak, gli italo-palestinesi Al Darawish, l’americano Bobby McFerrin, gli italiani Daniele Sepe e Lucilla Galeazzi e per diversi anni con il cantautore Mango.

Si esibiranno Sabato 26 Ottobre 2013, in via del tutto eccezionale, nel Joy’s Pub, in una dimensione così intima, di forte vicinanza con il pubblico, fortemente empatica ed emotiva, in pieno spirito Joy’s, che fa della semplicità e del rapporto umano e sincero la sua bandiera da sempre.

“Si chiama SESSIONS la rassegna musicale che si terrà al Joy’s Pub in Corso Sonnino a Bari.  Dalla collaborazione tra Marco Protano, gestore del Joy’s Pub, e Pino Porsia, artista eclettico, musicista e produttore, già nei Folkabbestia, nasce l’idea di SESSIONS. Questa andrà ad affiancare per una volta al mese le serate live dei Joy’s Residents, ossia delle serate in cui musicisti residenziali si esibiscono all’interno del pub in una sorta di salotto permanente, godendo degli spazi messi a disposizione dal locale e del calore del pubblico. 

Ora questa idea di condivisione, che crea un rapporto di vicinanza e di familiarità con i presenti, vuole essere prerogativa anche di nomi più conosciuti, di un certo calibro, nell’atmosfera intima del Joy’s . Questo poter “abbracciare” gli ascoltatori, questa dimensione umana, in un clima da house concerts, è certamente lontano dal distaccato delle grandi esibizioni. E’ da questa necessità che nasce SESSIONS. 

L’artista non appare più un’entità inavvicinabile, ma ritorna ad essere ciò che davvero è: un comunicatore, portatore di un messaggio, con semplicità e con la voglia di sentire, lui stesso, le emozioni che il pubblico dà, e non solo riceve. Questo esperimento pensato da Marco Protano, Pino Porsia e con la collaborazione di Amleto Melgiovanni per la veste grafica, sarà un modo per ridare la giusta dimensione al concetto di artista.”

Una serata da vivere e condividere

 

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

This site is protected by WP-CopyRightPro