Sabato 30 novembre ore 21,30 seconda data della rassegna SESSIONS del Joy’s Pub di Corso Sonnino a Bari. Questa volta sarà Daniele Sepe e i suoi pards ad esibirsi nella dimensione intima del pub. Dopo tanto tempo torna in quel di Bari Daniele Sepe proponendo la sua  musica, fatta dei suoni di tutto il mondo, dove convivono allo stesso tavolo Zappa e Tenco,  Mingus e Zawinul, Hermeto Pascol e Gato Barbieri, oltre alla miriade di danze e canti popolari rivisitati nello stile che ha reso Sepe uno dei musicisti napoletani leader della World Music internazionale.

Daniele Sepe è nato a Napoli il 17 aprile del 1960. Diplomato al Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli, a 15 anni entra a far parte del Gruppo Operaio di Pomigliano D’ Arco ‘E Zezi con i quali pubblica il disco “Tammurriata dell’ Alfa Sud”. Per anni lavora come turnista dal vivo o in studio con le più diverse situazioni, da NCCP a Bisca, dai 99 posse a Peppino Gagliardi, dagli Akenaton a Nino D’ Angelo. Poi riesce a metter da parte i soldi per autoprodursi il primo disco “Malamusica” con il quale inizia una carriera solista che lo porterà a realizzare a tutt’ oggi più di 10 cd tra i quali ricordiamo il successo di “Vite Perdite”, “Viaggi fuori dai paraggi”,”Conosci Victor Jara?” e l’ ultimo “Nia Maro”. Con il suo gruppo, “Art Ensemble of Soccavo”, partecipa a innumerevoli festival jazz o world in Italia e soprattutto all’ estero. Ad esempio il mitico Sziget Festival a Budapest o il Womad di Bruxelles e Marsiglia. Produce musica per i film di Davide Ferrario, Gabriele Salvatores, Antonietta De Lillo, Mario Martone, Gianfranco Pannone e tanti altri.

Sarà accompagnato nell’occasione da Tommy De Paola (tastiere), Davide Costagliola (basso elettrico) e Paolo Forlini (batteria)

 “Si chiama SESSIONS la rassegna musicale che si terrà al Joy’s Pub in Corso Sonnino a Bari.  Dalla collaborazione tra Marco Protano, gestore del Joy’s Pub, e Pino Porsia, artista eclettico, musicista e produttore, già nei Folkabbestia, nasce l’idea di SESSIONS. Questa andrà ad affiancare per una volta al mese le serate live dei Joy’s Residents, ossia delle serate in cui musicisti residenziali si esibiscono all’interno del pub in una sorta di salotto permanente, godendo degli spazi messi a disposizione dal locale e del calore del pubblico. 

Ora questa idea di condivisione, che crea un rapporto di vicinanza e di familiarità con i presenti, vuole essere prerogativa anche di nomi più conosciuti, di un certo calibro, nell’atmosfera intima del Joy’s . Questo poter “abbracciare” gli ascoltatori, questa dimensione umana, in un clima da house concerts, è certamente lontano dal distaccato delle grandi esibizioni. E’ da questa necessità che nasce SESSIONS. 

L’artista non appare più un’entità inavvicinabile, ma ritorna ad essere ciò che davvero è: un comunicatore, portatore di un messaggio, con semplicità e con la voglia di sentire, lui stesso, le emozioni che il pubblico dà, e non solo riceve. Questo esperimento pensato da Marco Protano, Pino Porsia e con la collaborazione di Amleto Melgiovanni per la veste grafica, sarà un modo per ridare la giusta dimensione al concetto di artista.”

Una serata da vivere e condividere

Locandina by MAIN MEN

Ingresso libero

 

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

This site is protected by WP-CopyRightPro