Venerdì 21 aprile 2017 alle ore 21,30 al Joy’s Pub di Bari l’appuntamento è con il teatro in musica. Scritto da Barbara Buttiglione, lo spettacolo IO LUIGI TENCO racconterà la io-luigi-tencovita del cantautore ripercorsa dalle sue canzoni fino alla tesi sul suo omicidio, raccontata in prima persona dall’attore barese William Volpicella accompagnato magistralmente dalla chitarra del Maestro Rosario Le Piane.

Barbara Buttiglione, animatrice culturale, appassionata di letteratura britannica, autrice di poesie e un romanzo. I suoi spettacoli celebrano i grandi della letteratura e della musica attraverso il racconto in prima persona (Oscar Wilde, John Lennon, Luigi Tenco, Freddie Mercury, Maria Callas)

William Volpicella, 34 anni, attore di teatro e di cinema, autore e regista di molti dei suoi spettacoli, attualmente impegnato in diversi spettacoli e manifestazioni culturali, ha all’attivo diversi piccoli ruoli in tv e un film da protagonista (le frise ignoranti)

Start ore 21,30

Ingresso libero

Un appuntamento di grande valore quello di giovedì 13 aprile 201 al Joy’s Pub con la Irish Music Session che ospiterà due grandi musicisti, espressione della musica tradizionale irlandese. JASON O’ROURKE e MARCO FABBRI saranno insieme per la prima volta a Bari. jason-orourke

La musica di Jason O’Rourke è maturata nel corso degli anni in uno stile completamente coeso e finemente sintonizzato; ogni nota è eseguita con precisione millimetrica. In questo contesto, tra i suonatori di concertina in Irlanda e altrove, spicca per i suoi meriti e la sua musica trova piena maturità in questo eccezionale scenario.

Jason O’Rourke è un musicista di concertina irlandese, poesia e prosa proveniente da Belfast, Nord dell’Irlanda. Ha suonato musica tradizionale irlandese nella concertina per quasi trent’anni adesso. Fino ad ora ha scritto sei album completi, inclusi due progetti da solista. A dicembre 2014 ha ricevuto un premio ACES (Programma di potenziamento della carriera dell’artista) dal Concilio d’Arti dell’Irlanda del Nord per incidere il suo ultimo album che è chiamato The Northern Concertina.

Riguardo la scrittura ha deciso di farsi un regalo di compleanno nel 2012 ed ha iniziato a scrivere sul suo blog storie brevi sulla vita di tutti i giorni a Belfast. Da allora ha continuato a pubblicare racconti brevi per adulti e bambini e poemi. Alcuni di questi sono disponibili online, altri sono soltanto su carta stampata. E’ sempre interessato a collaborare con altri scrittori ed artisti ed ha un sacco di progetti per le mani.

Ha presentato il suo secondo album da solista il 27 febbraio accompagnato nell’album da Tim Edey (chitarre), Stevie Dunne (chitarre), Teresa Clarke (violino e piano) e Seonaid Murray (sassofono tenore).

jason-orourke-concertina Insieme alla musica tradizionale, il CD presenta quattro delle composizioni originali di O’Rourke e materiale recente di Andy Dickson, Eric Thézé e Fabio Colussi. La registrazione potrebbe contenere la prima combinazione nella musica irlandese di concertina e sassofono. E’ stato ideato da e coprodotto con Dònal O’Connor ai Redbox Recording Studios a Belfast. La copertina è dell’acclamato artista di Belfast Neil Shawcross.

The Northern Concertina’ è il seguito del primo progetto da solista di O’Rourke ‘The Bunch of Keys’ (2000). Jason suona concertina ormai da trent’anni e questo è il suo sesto album completo.

Marco Fabbri è presente sulla scena musicale irlandese e scozzese di musica tradizionale da oltre 30 anni, considerato tra i migliori violinisti del genere in Italia. Per approfondire lo studio dello stile e del repertorio nel 1985 si trasferisce a Belfast dove collabora con gruppi locali ed in numerosi tour in Europa. marco-fabbri

Rientrato in Italia, fonda nel 1992 a Roma, presso la Scuola Popolare di Musica di Testaccio, il “Laboratorio di Musica di tradizione orale”, attività didattica che prosegue ancora oggi con numerosi seminari in Italia ed Irlanda.

Nel 1995 dopo essere stato invitato al Fringe Festival di Edimburgo, si trasferisce in Scozia, dove esplora lo stile tradizionale locale.

Ha collaborato con musicisti e gruppi di altri generi musicali (rock e jazz) ed ha partecipato come ospite a diversi festival in Irlanda tra i quali: Fleadh Ceol na hEireann (2010), Belfast Open House Festival, Gig’n the Bann folk Festival, Ennis Traditional Festival, NYAH festival di Cavan 2013.

Start ore 21,30

Ingresso libero

Per la prima volta in tour in Italia a Bari, venerdì 7 aprile 2017 alle ore 21,30, THE ZAP SHOW saranno ospiti della Live Music organizzata dal Joy’s Pub.

the-zap-web

Insieme animano le vite e causano terremoti di felicità con il loro show chiassoso, pieno di ritmo pacchiano, perversi spettacoli di burattini, un teatro estremamente fisico, un tip tap tenace ed un cabaret da piatti splash. Prendendo ispirazione da Bob Fosse, Louis Prima, la musica skiffle e gli antichi metodi di fare il bucato, lo Zap Show crea molto più che ritmi che rilassino i vostri piedi e le corde vocali, è uno show fisico e selvaggio che sicuramente alleggerirà la vostra tensione e farà gorgogliare la vostra vasca da bagno.

THE ZAP SHOW è formato da: the-zap-show-1

WILL HENDERSON, un produttore multi strumentale di vibrazioni, scrittore di canzoni, invita al sorriso ed a ballare in pista. MADEMOISELLE GABRIELLE una showgirl in paillette incontra la superstar di un circo; questo camaleonte in costume trasuda classe e curiosità, porta con sé, ovunque vada, una borsa di scherzi senza fondo. PETRO, un creatore di cascate di sorrisi e molte lacrime di allegria; questa leggenda della mitica Grecia che porta con sé l’afro è famosa per calpestare i polli nel suo tempo libero. “Cosa ottieni se lanci in un frullatore un’asse per il bucato, un megafono, un ukulele, un pollo di gomma, delle scarpe da tip tap, una tromba, due canguri ed un po’ di tzatziki?”. In questo tour si aggiunge a loro anche la violinista YOUKA per meglio combinare vintage swing jazz con una moltitudine di sorprese cariche di fascino e comicità.

Uno spettacolo ricco, divertente ed articolato da non perdere per gli amanti del Swing, Tap and Honk 

http://www.thezapshow.com/,

Guarda il video 

Start ore 21,30

Ingresso libero

Per la prima volta a Bari con il suo album “Via di fuga”, venerdì 31 marzo 2017 alle ore 21,30 la Live Music organizzata dal Joy’s Pub, c.so Sonnino, 118/d – Bari, ospita il cantautore salentino VINCENZO MAGGIORE in concerto. Booklet-Maggiore-STAMPA-page-001

Maggiore presenta il suo live acustico partendo dalle musiche e dalle storie raccolte nella sua prima produzione discografica “Via di fuga”, recensita positivamente su molte riviste nazionali di settore. Durante uno spettacolo musicale pensato appositamente per circoli, club, locali e piccoli teatri, fa capolino la “parola poetica”. Ai brani scritti di propria penna, Maggiore unisce un breve “viaggio” nel cantautorato italiano che, partendo dagli anni ’70, periodo nel quale nasce il fenomeno, e sviluppandosi negli anni ’80/’90 con i rock-cantautori, approda oggi a nuove forme artistico/musicali. Un piacevole momento di musica d’ascolto per ritrovare quella ironica e divertente “canzoncina” da canticchiare sottovoce; una melodia allegra, un testo impegnato, la giusta dose d’ironia, una parola sconosciuta o mal “digerita” a scuola.

Vincenzo Maggiore inizia nel 2005 la sua avventura in musica con la band “Prove a distanza” esibendosi in numerosi locali del sud Italia. Nel 2006 vince il concorso per gruppi emergenti “L’isola che non c’è” (Latiano, Br). Nel 2007 il gruppo pubblica l’Ep “Nessuno è perfetto”. Nel 2008 il gruppo è tra i quattordici finalisti del concorso nazionale “Sanremo Rock” sul palco del “People of Art” di Modena. Nello stesso anno apre il concerto dei Modena City Ramblers a Brindisi.

Nel 2011 intraprende la strada da solista.

Nel 2013 conclude positivamente il progetto di crowdfunding “3000 ragioni per una Maggiore soddisfazione” grazie al quale realizza il suo primo disco “Via di fuga”. L’album viene distribuito ai sostenitori in una tiratura di 600 copie nel 2014; viene pubblicato in versione ufficiale nel 2015 con il supporto della Cooperativa sociale onlus “Eridano” di Brindisi e il patrocinio di Puglia Sounds. Al lavoro in studio collaborano 26 musicisti tra cui alcuni nomi affermati del panorama nazionale come Camillo Pace, Giorgio Distante, Renzo Bagorda, Valerio Daniele e Raffaele Vaccaro.

Maggiore apre i concerti di Max Gazzè (Brindisi, 2016), di Zibba & Almalibre (Lecce, 2015), di Samuele Bersani (San Vito dei Normanni, 2014) e dei Nomadi (Ostuni, 2014).

Con la sua band accompagna il cantautore Mario Venuti durante lo Yeahjasì BPF 2016.

Partecipa alle fasi finali dei concorsi/festival:

“Musica contro le mafie” (2015)

“Premio Bruno Lauzi” (2016)

“Ugo Calise Festival” (2016)

“Premio Civilia alla canzone d’autore” (2016).

Crowdfunding Vincenzo Maggiore Dicono del disco VIA DI FUGA

“Il disco di Maggiore ha diverse frecce al suo arco: una musicalità ricca, sostenuta da una band dal suono solido che si muove con intelligenza e un pizzico di imprevedibilità intorno a melodie fresche e accattivanti; storie in cui è facile specchiarsi, colte da uno sguardo sensibile al dettaglio e rese in parole semplici che nei momenti più ispirati si illuminano di una delicata poesia del quotidiano a tinte pastello”. Alessandro Hellman (Rockerilla)

Il musicista brindisino attinge dalla tradizione cantautorale e dalle sue radici, contagiandole di rock, jazz e di qualche accento in levare. Si parla di incomunicabilità, di solitudine, di integrazione e convivenza tra etnie diverse, ma anche di amore. Il tono non è mai rassegnato, la scrittura è poetica, intensa e lavorando un po’ sulla dinamica dovremmo esserci”. Barbara Santi (Rumore)

“Estetica multi sfaccettata, malinconia elegante, luci/suoni intermittenti e pensieri in libertà per la stanza della vita: tutte queste definizioni per dire che Via di fuga – esordio del cantautore brindisino Maggiore (Vincenzo Maggiore) – è un viaggio sonoro pulito, in punta di piedi, pop e intimità cantautorale, quegli abbinamenti poetici che allargano l’ascolto e lo incalzano di atmosfere e mood trasparenti, radiofonici, caldamente raccomandabili”. Max Sannella

“L’album “Via di Fuga” di Maggiore è intenso e accattivante. Possiede melodie avvolgenti e parole talvolta dure, talvolta più dolci, ma mantenendo sempre un livello poetico molto alto. “Via di fuga” è un album poetico, riflessivo e carico di sensazioni spesso contrastanti ma che evidenziano i passi della vita, la delicatezza dei ricordi e che mettono in luce la passione per la musica e per la vita che permette di crearla. Un bel disco”. Daniele Mosca

“Una spanna su tutti il brano “Casa mia”, diverso dagli altri, più complesso, più swing, più cantautorale. Forse la vera casa?” Ciro Masciullo (qui Salento)

 Un appuntamento per gli amanti della musica cantautorale di grande prestigio.

Ascolta qui 

Start ore 21,30

Ingresso libero

Ospite della Live Music, organizzata dal Joy’s Pub di Bari, venerdì 10 marzo 2017 dalle ore 21,30 da Montecavolo (Emilia Romagna) in tour il bluesman STEFANO BARIGAZZI. Ste inizia la sua carriera musicale suonando la batteria, IMG_0266 dove conosce alcune delle icone più importanti della musica rock, viaggiando indietro nel tempo conosce e si innamora del blues e inizia a suonare l’armonica a bocca.
Dopo due anni di full immersion nel genere, trova l’apice della sua espressione nella chitarra e nel canto. Il suo repertorio spazia dai primi blues, gospel e soul, fino al folk americano. Chitarra resofonica, chitarra elettrica e acustica, accompagnano Ste in questo viaggio musicale.Il repertorio interpretato va dai blues più primitivi a pezzi inediti e cover del folk americano, con qualche sfumatura a tratti country, che combacia perfettamente con il repertorio live.

Stefano Barigazzi nasce a Reggio Emilia nel ’96.

Forma assieme ad Enrico Zanni i Poor Boys, band dai suoni elettrici che percorre le vie del blues meno tradizionale e più rustico. Nel 2016 danno vita a “Roots” , disco che rivisita appunto le radici musicali dei Poor Boys.

Sito https://www.poorboysblues.com/,

Ascolta qui

Ingresso libero

Start ore 22,00

Pronti? Il 17 marzo torna puntuale come ogni anno al Joy’s Pub (c.so Sonnino, 118/d – Bari) la festa più attesa dell’anno dalle comunità irlandesi, il St. Patrck Day, festeggiato in tutto il mondo e che per noi inizia il 15 marzo e si concluderà il giorno 19 marzo. Il Lepregallo vi aspetta.  Curiosi di sapere come la festeggeremo ?

Anche quest’anno la Festa sarà in Piazza L.go Mons. Curi di fronte al Joy’s Pub grazie alla collaborazione creata con la Chiesa di San Giuseppe che festeggia in contemporanea il San Giuseppe a partire dal 11 marzo con una serie di appuntamenti. Ma bando alle ciance e passiamo al programma degli appuntamenti che ci interessano.

dal 23 febbraio al 12 marzo – St. PATRICK’s MASK WEB CONTEST 2

Concorso per le più belle maschere online - Da giovedì 23 febbraio fino al 12 marzo passa dal Joy’s Pub e fatti fotografare indossando i gadget per la festa. La foto sarà pubblicata online il giorno successivo sulla pagina fb del Joy’s Pub e dal quel momento fatti votare dagli amici. Vinceranno le tre foto più belle e simpatiche che avranno ricevuto i maggiori like su Facebbok. LA GIURIA SEI TU ! Si può partecipare fino al 12 marzo alle ore 23.59. Le foto potranno essere votate sino al 18 marzo alle ore 23,59. Premiazione il 19 marzo ore 21,30.

15 MARZO

ore 21,00 – “UNA RASSEGNA IDEALE”. Apriamo le festività gustandoci il cinema al Pub. Grazie alla ASD IDEALE BARI CALCIO, sarà possibile godersi il mercoledì sera e per 4 settimane consecutive, una mini rassegna di film dedicati allo sport ed alla sua importanza sociale e di aggregazione. 

16 MARZO 

ore 21,30 – IRISH MUSIC LIVE in concerto i CAHORA DHUBH feat MARCO FABBRI

ore 23,00 - FIACCOLATA INAUGURALE  ST. PATRICK’s DAY  – Disegneremo in piazza un grande trifoglio verde con le fiaccole e coloreremo di verde Irlanda la nostra città

ed il sagrato della Chiesa di San Giuseppe

St. Patrick Day 2017 Joy's Pub bari

St. Patrick Day 2017 Joy’s Pub bari

 17 MARZO 

ST. PATRICK’S DAY 2017

ore 20,00 - THE BIG PARTY  - Vieni a festeggiare con noi VESTITO DI VERDE IRLANDA il giorno più importante. Sarà una grande festa a suon di birra verde, musica, colore, Guinness, Peroni e focaccia, gadget (pinte in vetro Guinness, i cappelli, le frontierine, i gilet, i papillon, gli occhiali, le t.shirts).

ore 21,00 – ST. PATRICK’S MASK LIVE CONTESTDurante la serata sarai fotografato e parteciperai al concorso per la più bella maschera di San Patrizio. La realizzazione sarà a cura di Antonella DesiatiPremiazione il 19 marzo ore 21,30

ore 21,30 – Concerto dei FOLKABBESTIALa storia è appena cominciata, sù i boccali! E se non conoscete la loro musica, ascoltatela e imparatela a memoria QUI

18 MARZO  

MERCATINO IN PIAZZA

Promosso dal Comitato Festa di San Giuseppe, il mercatino enogastronomico realizzato a cura dei singoli privati e dei panificatori del quartiere 5 Madonnella di Bari.  

19 MARZO  

ore 16,30 – SAINT PATRICK’S ALLEYCAT! L’alley piú verde e strampalata che mai organizzata dagli amici di VELOSTAZIONE.  Partenza alle 16,30 dalla Velostazione Bari Centrale (Corso Italia 64). Le iscrizioni si apriranno dalle ore 16,00 al costo di € 3,00. Tutte le bici sono benvenute, con o senza freni, con 2, 1 o 3 ruote, e dalle pieghevoli alle bici fisse!

ore 21.00 – THE BEST OF MUSIC HISTORY TOURCon Carlo Chicco e Marco Protano il meglio della musica folk rock dagli anni ’60 a oggi in video per chiudere al meglio i festeggiamenti

ore 20.30 - St. PATRICK’s MASK AWARD – Le premiazioni 

 

Come ogni anno sarà una festa da ricordare. Ringraziamo sin da ora la Chiesa di San Giuseppe che ci ospiterà sul piazzale, lo sponsor tecnico Peroni per la disponibilità, la Cippone & Di Bitetto per gli arredi in piazza.

E vogliamo ringraziare voi perchè ogni anno che passa il ST. PATRICK’S DAY al Joy’s Pub è sempre più IRISH. 

Grazie ragazzi

Info 0805542854

 

Nuovo disco, nuova band, nuova musica per l’artista salentino Tobia Lamare che venerdì 3 marzo 2017 alle ore 21,30 in concerto sul palco naturale del Joy’s Pub di Bari, torna dopo quattro anni con un nuovo disco e un nuovo tour “Summer Melodies” che ha come coordinate stilistiche il soul, le chitarre della Highway61 e le buone vibrazioni della west coast. summermelodies

Tobia Lamare, da vent’anni figura di spicco della cultura alternativa in Salento,è musicista e dj a 45 giri, nei suoi party ha ospitato rockstar internazionali e artisti underground come, tra i tanti, Dave Rowntree dei Blur, Mike Joyce degli Smiths, Eddie Piller, Perry Louis, SnowBoy e Dean RudlandHa composto musiche per il teatro (Induma, Ca’ Foscari, Nasca, Gran Teatrino) e per installazioni (Michelangelo Pistoletto, Alice Pedroletti, Paolo Guido). Ha aperto, inoltre, i concerti di band come Kings Of Convenience e Iggy Pop & the StoogesÈ stato in giro per l’Italia e l’Europa in lunghi tour, suonando in grandi club, librerie, festival come lo Sziget a Budapest, in Irlanda tra Dublino e le big wave della costa atlantica, per agricoltori ubriachi a Nashville o nei folk club di Londra e BarcellonaLa sua etichetta e casa, Lobello Records, si trova nella campagna salentina diventando, negli anni, un piccolo network europeo di artisti legati al mare, in particolar modo alla surf culture. Dal 2008 Tobia ha prodotto artisti locali e internazionali, realizzato documentari e residenze artistiche con l’obiettivo di costruire connessioni tra la musica e le onde

Il mare, le onde, la vita, gli amici, l’amore, la natura sono gli elementi principali che si incastrano per dare vita alle canzoni che compongono l’album. Il nuovo lavoro prende corpo e anima dal progetto 54songs. Nel 2014, dopo due dischi e lunghi tour, Tobia apre un blog che egli stesso definisce un “diario sonoro” lungo 54 settimane e 54 canzoni. Settimanalmente il musicista pubblica un nuovo brano legato a una storia che spiegasse il senso della composizione. Durante tale “maratona” Tobia trova nuova linfa e ispirazione, sperimentando in lo-fi e registrando con altri musicisti confrontandosi così con il suo songwriting.

Come dice Tobia: “Scrivere canzoni è stato sempre il rimedio per molte delle mie paure, la celebrazione delle felicità più grandi, la via di uscita nei momenti più scuri. Dovevo comporre nuove melodie per trovare idee, riscoprire suoni e ampliare lo sguardo su altri strumenti come ad esempio i fiati.” Nella seconda parte di questo viaggio nasce l’esigenza di un album in studio, così raccoglie le nuove canzoni e forma una nuova band che potesse aiutarlo ad esprimere al meglio il concept dei nuovi brani.

tobialamareslider SummerMelodies: il concept – L’estate come stato mentale, come conduttrice di vibrazioni positive, di esperienze, di amore, di calore. Le “SummerMelodies” hanno un suono caldo e nascono da un mare trasparente, agitato nel Salento dai forti venti di scirocco e tramontana. L’estate di Tobia è una stagione senza fine, che inizia in autunno e continua per tutto l’inverno, per poi riaccendersi in primavera. Proprio come nel famoso documentario surf degli anni ’60 Endless Summer, dove due surfer americani girano per tutto il mondo e per tutto l’anno alla ricerca dell’onda perfetta anche per Tobia la ricerca delle buone vibrazioni non finisce mai.

I testi. Jungle Book prende in prestito il testo da una poesia presente nel Libro della giungla di Kipling: “the miracle of Purun Bhaga”, parla del rapporto uomo e natura, dell’amore che riceviamo da madre terra ma che non riusciamo a comprendere. La natura, il mare e le onde sono argomenti ricorrenti e tornano in Summer Melody e Singing On Water, mentre la ballata Rescue Me, cantata insieme alla songwriter inglese Mara Simpson, è una camminata tra i sentimenti che legano indissolubilmente gli amici. Altri ospiti li troviamo nella track Superlady, dove le canadesi Random Recipe regalano un rap su una base super funky. Il lato ironico di Tobia si svela nelle tracce Veggie Blues e ShaveAll The Hipsters. Mentre  Second Hand Market è un’istantanea di un pomeriggio a Camden Town di fine anni ’90, che racconta di anime alla ricerca di dischi, di amore e di se stessi. Morning Song è una ballata soul che cerca ispirazione nel sud degli Stati Uniti e lascia spazio al romanticismo che troviamo anche in Thank you, ballata acustica dedicata alla persona che prima di tutte ha spinto il musicista salentino a scrivere le sue canzoni.

Musicisti e special guest – In studio di registrazione hanno suonato Roberto Pisacane (ex – BoomDaBash/No Finger Nails) al basso, Francesco Pennetta alla batteria, Alessandro dell’Anna alla tromba, Emanuele Coluccia (Banda Adriatica) al Sax, Antonio Candido Jr (già con Tobia nei The Sellers) all’armonica di Veggie Blues, Mauro Tre (Intensive Jazz Quartet, Muffx, Opa Cupa) all’hammond di Superlady, Sofia Brunetta su SummerMelody, Mara Simpson (Brighton – U.K.) su Rescue Me e le Random Recipe (Montreal – Canada) con il loro rapsu Superlady. Tobia Lamare voce e chitarre.

Il disco è stato prodotto durante il 2016 tra i Laboratori Musicali di Trepuzzi e la Masseria Lobello. Il mastering è stato fatto al Sage Studio di Nashville. La copertina è opera del writer salentino Frank Lucignolo. Le foto sono di Antonino De Blasi.

“Summer Melodies” è stato anticipato a giugno dal video di Singing On Water. Riprese e montaggio sono opera di Angelo Stamerra Grassi (www.mati.network), surfer e videomaker salentino, che ha saputo interpretare al meglio l’atmosfera del disco. Il brano parla di una glassy sunday: una domenica dove non c’è vento ed il mare ti regala centinaia di onde lisce, lunghe e perfette. Una giornata in cui vuoi rimanere in acqua con gli amici fino a sera, una giornata che aspetti per tutta la settimana. Una giornata in cui abbandoni le tensioni giornaliere sulla spiaggia e ti fai curare dal mare. L’album è disponibile su tutti gli store digitali dal 24 ottobre e in vinile e musicassetta da gennaio 2017.

 Il video di Singing On Water

 

SUMMER MELODIES TOUR 2016-17

28 ottobre 2016 – Whealans – Dublino (IRL)

29 ottobre – Harbour Bar – Bray (IRL)

30 ottobre – Chasing Bull – Bundoran (IRL)

01 ottobre – Mac Mahons – Maynooth (IRL)

02 ottobre – the Globe – Dublino (IRL)

10 dicembre – Villanova – Taranto

15 dicembre – Mainsten Cafè – Berlino

16 dicembre – Hauser Republisxche Democratik – Berlino (D)

19 gennaio 2017- Sparwasser – Roma

15 febbraio – Amarcord – Grottaglie

17 febbraio – Road 66 – Lecce

03 marzo – Joy’s Pub – Bari

21 aprile – Circolo Arci Hoibo – Milano

22 aprile – Dynamo – Bologna

Ingresso libero.

Start ore 21.30

info 0805542854

Contatti e booking : lobellorecords@gmail.com +39 3803119429

This site is protected by WP-CopyRightPro