Articoli marcati con tag ‘disabilità’

“Restate A Madonnella” (RAM) è un progetto partecipato di cittadinanza attiva, realizzato grazie alla collaborazione

Restate a Madonnella

Restate a Madonnella

ed alla condivisione di intenti tra la Chiesa di San Giuseppe, il Joy’s Pub ed Associazioni ed organizzazioni di Promozione Sociale e territoriale. 

Per tutto il periodo estivo, dalle ore 20,00 in poi, saranno organizzati appuntamenti di musica, teatro, dibattiti, incontri, laboratori, presentazioni, workshop e proiezioni sul sagrato della chiesa di San Giuseppe in Largo Mons. Curi a Bari. Primo appuntamento 26 maggio 2017 FARAUALLA in concerto.
Sarà un vero e proprio work in progress. Seguiteci!
L’obiettivo è quello di avvicinare i cittadini alla conoscenza diretta di Associazioni ed organizzazioni a scopo sociale ed umanitario presenti sul territorio, sensibilizzarli alla partecipazione attiva e vivere lo spazio del nostro quartiere che più si presta alla condivisione.
Partecipano attivamente al progetto le seguenti Associazioni:
FRATRES – La Sensibilizzazione alla Donazione Organi
EMERGENZA SORRISI – I Bimbi affetti da labbro leporino
PENELOPE PUGLIA ONLUS – Le Persone scomparse
GENS NOVA ONLUS – Femminicidio e bullismo
EMERGENCY – Le Emergenze umanitarie
SAVE THE CHILDREN – Le Adozioni a distanza
UN SOLO MONDO – Il commercio equo solidale
REstate a Madonnella

Cruciverba per il Sociale

 INCONTRA – Vicini alla povertà

ORIGENS – Le multietnicità culinarie
AMORE PER VIVERE – Il benessere psicofisico
LEZZANZARE – La disabilità che promuove la società
GIRAFFA ONLUS – Il Telefono rosa
APS EDEN – La Salvaguardia di individui con disagio e a rischio di devianza
ANGSA – .Le Famiglie dei soggetti autistici
PALESTRA DELLA MENTE – La Consulenza psicologica
SCUOLA DELLA FELICITA’ – La felicità come scelta di vita
COLIBRI’ – Partecipazione attiva in Amazzonia
PLANAR – Lo Spazio Aperto
CHIESA SAN SABINO – Le comunità multietniche si promuovono
CENTRO PUGLIESE PER I DISTURBI ALIMENTARI – I Disturbi del comportamento alimentare
SIEN ART – La Promozione culturale sul territorio
VIAGGI E MIRAGGI – La Promozione del territorio
AFRIACA – Il Sostegno alla popolazione del Togo
SCOUT – L’Impegno civile nella comunità
MEST – La Comunità che si promuove a Regola d’arte
Questi gli obiettivi possibili che desideriamo sostenere e condividere:

RAM

RAM

1) EMERGENZA SORRISIRaccolta fondi a sostegno del progetto Labbro Leporino
2) AFRIACARaccolta fondi per la realizzazione borse di studio per bambini in Togo e la ristrutturazione del tetto di ospedale
3) COLIBRI’ – Raccolta fondi per la ricostruzione di una struttura ospedaliera nello stato di AMAPA (Amazzonia)
4) INCONTRARaccolta cibo per le persone disagiate a Bari
Il nostro ringraziamento va a tutti coloro che, seduti intorno ad un tavolo del Joy’s Pub in compagnia di una birra, hanno ideato, progettato e condiviso l’idea. Vogliamo inoltre ringraziare anticipatamente tutti coloro che parteciperanno spontaneamente alla migliore realizzazione della stessa.
Il programma  sempre aggiornato degli appuntamenti lo trovi su FACEBOOK
#ram #restateamadonnella #joyspub #bari #puglia #italia #cittadinanzaattiva #spaziaperti #estatesocial

Venerdì 5 febbraio 2016 alle ore 20,00 il libro “Tutti possiamo volteggiare” di Caterina Bottalico, una testimonianza di esempio di mente aperta ai valori della inclusione sociale, sarà presentato durante la trasmissione radiofonica “The Persuaders”, condotta da Luciana e Marco, in diretta dalle 20,00 alle 22,00 dal Joy’s Pub di Bari e in onda su www.radioflo.it Tutti possiamo volteggiare

Il libro è autoprodotto dalla stessa autrice e per lei “non contano l’età, la razza, il sesso o la capacità di movimento. L’arte è dentro ciascuno di noi: alcuni scelgono di condividerla con il prossimo, altri preferiscono tenerla per sé. Dipende da noi il modo in cui decidiamo di comunicare la nostra vita e le nostre emozioni al mondo. La musica del corpo è la forma più profonda di autoespressione. Il cammino ci sfida a superare i nostri limiti, conoscendo la forza che ci portiamo dentro. Tutti possono camminare, muoversi, volteggiare e amare.”

L’intervista in onda dalle 21,00 alle 22,00 sarà accompagnata da una accurata selezione musicale scelta dalla stessa autrice che cercherà in questo modo di far entrare gli ascoltatori nel suo mondo .
The Persuaders, vizi privati in PUBbliche serate… Attenti a quei due” è il programma radiofonico online che ogni venerdì ospita gli amici che vogliono condividere le proprie esperienze, chiacchierando di un po’ di tutto con Luciana e Marco, con un pizzico di irriverenza e di malizia. Seguiteci in diretta su www.radioflo.it

Ingresso libero. Info: 0805542854   Start ore 20,00

http://www.fondazioneariel.it/le-famiglie-raccontano/tutti-possiamo-volteggiare-la-storia-di-caterina/

https://www.facebook.com/caterina.bottalico.5?fref=ts

segue

BIOGRAFIA AUTRICE

 

Caterina Bottalico ha 26 anni, vive a Bari. Ha una Paralisi cerebrale con una tetraparesi di grado severo ma questo non le ha impedito di studiare e realizzare molti dei suoi sogni. Ha già una laurea in Giurisprudenza e ora è al secondo anno di Psicologia. “Ho scelto Giurisprudenza su consiglio dei miei professori del liceo”, ricorda. “Mi dicevano sempre che avevo le potenzialità… e anche una buona parlantina! Psicologia, invece, è un po’ il mio mondo. L’empatia che provo per le altre persone e la mia condizione mi hanno portato a maturare il desiderio di intraprendere anche questo nuovo percorso di studio”. Con tanti progetti ambiziosi per il futuro, proprio come lei. “Mi piacerebbe dare vita a qualcosa di mio nel campo del sociale in Puglia, la mia terra, per creare servizi e opportunità per le persone con disabilità”.

Caterina bottalico Ha un carattere solare ed espansivo, molti amici e amiche con cui ama uscire e divertirsi. “Faccio le cose che fanno tutti i miei coetanei: vado al bar, giro per le vie del centro e con le mie amiche scattiamo un sacco di selfie!”. Eppure, non sempre i rapporti con gli altri sono semplici. “Oggi la società sembra andare sempre di corsa. E’ difficile riuscire a trovare un equilibrio tra i tempi di tutti. C’è bisogno di più ascolto tra le persone”.

Poco più di 2 anni fa, nell’ottobre del 2014, Caterina ha partecipato a un evento che le ha cambiato la vita: è stata invitata a parlare della sua esperienza a un convegno organizzato dall’ospedale di Bologna in cui esegue i suoi controlli. Dopo qualche piccolo tentennamento iniziale Caterina ha accettato la proposta. “Espormi in questo modo, per la prima volta, davanti a dei super esperti del campo è stato… inquietante!” e scoppia in una fragorosa risata. La sua grande voglia di comunicare ha poi fatto il resto. Approfittando dei legami e le amicizie coltivate nel tempo con le insegnanti dell’istituto comprensivo in cui ha studiato, Caterina ha voluto ripetere l’esperienza di raccontarsi e raccontare la sua vita con Paralisi cerebrale proprio in quella che era stata la sua scuola. E di nuovo è stato grande successo. Sono poi fioccati nuovi incontri nelle scuole del territorio e con essi Caterina ha acquisito sempre più sicurezza e motivazione. Fino a quando non ha preso la decisione di affidare alle pagine di un libro i racconti dei suoi incontri nelle scuole così come delle emozioni e i pensieri e le esperienze che ha vissuto nella sua vita. E così è stato.

This site is protected by WP-CopyRightPro