Articoli marcati con tag ‘Elisa’

Venerdì 9 marzo 2018 alle ore 21,30, ospite della Live Music promossa dal Joy’s Pub di Bari, in concerto sarà ALEX RICCI (chitarrista degli Après la Classe). 28693875_1772750806122096_311521424_o

Quando non è in tour con la band salentina,  Alex si fa accompagnare alla batteria dal giovane Valerio Pompei (Skinny Boy). E’ una lunga storia quella fra i due musicisti, rispettivamente chitarra/voce e batteria/basi elettroniche di questa band essenziale. Sul palco la semplicità di 2 elementi arricchita dall’elettronica e dai suoni campionati, che generano un “sound roots” ma più che mai attuale, mischiato ai rumori di questo tempo, alle vite che cambiano e tornano al punto di partenza, alle origini, alle radici appunto. Brani di Howlin Wolf, Otis Rushsi uniscono alle atmosfere più rarefatte dell’elettronica e i pezzi originali tratti dall’album “Gonna Rossa” di Alex Ricci (Auand Records e distribuito da Goodfellas.) si riducono ad arrangiamenti essenziali e potenti.

Biografia

Alessio Maria Melchiorre Riccialias Alex Ricci inizia a suonare la chitarra a 9 anni. Conosciuto fino al 2006 con lo pseudonimo di Alex Whatanna, è un apprezzato chitarrista blues. Nel 2004, presso il locale “Blue Inn Cafè” di Bologna, vince insieme al suo trio “The Big Fat Balls”, la finale per accedere al Pistoia Blues Festival 04. Nel 2006 suona al fianco del bassista Americano Dywane Thomas. Fra il 2006 e il 2007 Alex si trasferisce a Londra e si esibisce nei più importanti “blues clubs” della Capitale e frequenta ‘lo stilista’ della chitarra blues, Otis Grant.

alex_pagina_sito2 Nel 2007 Alex viene contattato dagli “Après la Classe”, la band è in cerca del nuovo chitarrista, inizia così il primo tour italiano ed europeo con il gruppo Salentino. Nel 2008 Durante il concerto di Roma del 1° Maggio, Alex suona con gli “Après la Classe” davanti a più di 500.000 persone. Il 26 giugno 2008 a Treviso, Alex Ricci apre il concerto di Popa Chubby, in questa serata speciale Alex riceve il “Premio Lorenzo Vecchiato” come migliore artista Blues emergente dell’anno 2008, nello stesso periodo prosegue il “Luna Park on Tour” con gli “Après”.

Nel Novembre 2009, Alex Ricci registra le chitarre del disco degli “Après la Classe” intitolato “MAMMALITALIANI”. Tra il 2010 e 2011 vola per due volte in America, la buona riuscita del Tour e del Disco “MAMMALITALIANI” Porta “Gli Après”ad una fantastica esperienza oltreoceano, cinque concerti, due a New York, due a Los Angeles ed uno a Miami insieme ad altre band ed artisti come Caparezza, Elisa, Negrita e Subsonica. Nell’estate 2011 il “Mammalitaliani Tour” arriva fino al “Montreux Jazz Festival”. Gennaio 2013, Alex Ricci presenta il suo primo album da solista, dal titolo “Gonna Rossa”, undici tracce originali contaminate da Blues/Rock e Pop.

Nell’aprile 2014, Alex Ricci presenta IdeaSonica un sito specifico per le lezioni di chitarra online, nello stesso periodo registra le chitarre del nuovo lavoro discografico degli “Après la Classe” intitolato “Riuscire a volare”. Parte così a luglio “Riuscire a volare Tour”, che nel agosto 2015 approda allo “Sziget Festival” di Budapest. Sempre in agosto si aggiudica il 2° posto come miglior chitarrista della scena indipendente italiana 2015, pochi mesi dopo diventa il chitarrista ufficiale della “Super Band MEI”.  Nel novembre 2015 presenta insieme a Valerio Pompei (Batteria) il nuovo progetto musicale “Alex Ricci & Skinny Boy” dal sound roots e potente, arricchito talvolta da loop e suoni campionati, un repertorio che parte dal blues classico e arriva fino ai brani dell’album “Gonna rossa”.

In questo momento Alex Ricci sta lavorando al suo secondo disco da solista e al nuovo disco degli Après la Classe.

Ascoltalo qui

https://www.youtube.com/watch?v=yRV6oiBL3OI,

https://www.youtube.com/watch?v=IpFKAfC4CT0,

Start ore 21,30

Ingresso libero

Venerdì 24 febbraio 2017 alle ore 21,30 la Live Music organizzata dal Joy’s Pub (c.so Sonnino, 118/d Bari) ospita la nuova stella nascente del panorama cantautorale pop/rock barese Luce ed il suo album di esordio SEGNI. Uscito il 13 maggio del 2016, Segni”, LUCE-69 interamente prodotto da Tommy Cavalieri per la Sorriso Edizioni Musicali (Bari), è un viaggio di 40 minuti circa e 10 tracce attraverso un pop/rock di ispirazione nord europea per le sonorità acustiche (dai Sigur Ros a Yaël Naïm, dai Mogwai ai Tango with Lions, da Skin a Linda Perhacs), e allo stesso tempo italiana per lo stile compositivo utilizzato (tra i suoi ascolti Lucio Dalla, Lucio Battisti, Elisa, Giuliano Sangiorgi, Niccolò Fabi).

Tutti i brani sono legati da un filo comune: i segni. La vita ci lascia quotidianamente segni addosso e nell’anima. Luce racconta proprio questo, i momenti che possono segnare il corso delle cose: il senso di vuoto per un amore che sta per finire, il sogno di una casa da condividere, il dolore fisico e interiore che un incidente può lasciare, la grinta nell’affrontare le difficoltà mano nella mano.

“Ci sono infiniti segni nella vita di ognuno di noi. - racconta l’artista - Segni lasciati dal tempo. Segni sulla pelle. Segni nel cuore. Questo disco è pieno di segni, che sono per me ricordi e storie comuni da condividere.”

Il disco è disponibile in tutti i negozi di musica, in digital download e su tutte le piattaforme streaming. E’ online anche il video del primo singolo estratto ”L’AMORE CHIEDE L’AMORE DÀ

Biografia.

Luce, al secolo Lucia Montrone (Bari, 13 giugno 1988), è una cantautrice polistrumentista. Il suo è un pop/rock cantautorale in cui i brani nascono spontaneamente da un giro di chitarra o di pianoforte. Nella sua musica possiamo scorgere una costante ricerca introspettiva. I suoi testi sono specchio di sentimenti umani quali amore, rabbia, gioia, delusione, nostalgia, tutti vestiti di suoni diversi, profondi, secchi, graffianti. La linea melodica della sua voce entra in un connubio perfetto fra parole e suono. L’attitudine cantautorale di Luce attinge dalla tradizione nordeuropea e da quella italiana: nordeuropea per le sonorità acustiche dal gusto pop/rock, italiana, invece, per lo stile metrico/compositivo utilizzato. Ma basta ascoltarla per riconoscere uno stile tutto personale.
Le canzoni di Luce sono il racconto di “un mondo troppo grande chiuso in una stanza troppo piccola”.

 https://www.youtube.com/watch?v=e2h1qojTrIo&feature=youtu.be

 Segni è prodotto con il sostegno di Puglia Sounds Record (REGIONE PUGLIA – FSC 2007/2013 – Investiamo nel vostro futuro)

Start ore 21.30

Ingresso libero

Info 0805542854

 Ufficio Stampa: R&B – Comunicazione e Produzione s.n.c. (Roberta Ruggiero – roberta@rebcomunicazione.it – Tel. 333.8619723)

 

This site is protected by WP-CopyRightPro