Articoli marcati con tag ‘in bocca al libro’

Venerdì 9 marzo 2018 alle ore 21,30, ospite della Live Music promossa dal Joy’s Pub di Bari, in concerto sarà ALEX RICCI (chitarrista degli Après la Classe). 28693875_1772750806122096_311521424_o

Quando non è in tour con la band salentina,  Alex si fa accompagnare alla batteria dal giovane Valerio Pompei (Skinny Boy). E’ una lunga storia quella fra i due musicisti, rispettivamente chitarra/voce e batteria/basi elettroniche di questa band essenziale. Sul palco la semplicità di 2 elementi arricchita dall’elettronica e dai suoni campionati, che generano un “sound roots” ma più che mai attuale, mischiato ai rumori di questo tempo, alle vite che cambiano e tornano al punto di partenza, alle origini, alle radici appunto. Brani di Howlin Wolf, Otis Rushsi uniscono alle atmosfere più rarefatte dell’elettronica e i pezzi originali tratti dall’album “Gonna Rossa” di Alex Ricci (Auand Records e distribuito da Goodfellas.) si riducono ad arrangiamenti essenziali e potenti.

Biografia

Alessio Maria Melchiorre Riccialias Alex Ricci inizia a suonare la chitarra a 9 anni. Conosciuto fino al 2006 con lo pseudonimo di Alex Whatanna, è un apprezzato chitarrista blues. Nel 2004, presso il locale “Blue Inn Cafè” di Bologna, vince insieme al suo trio “The Big Fat Balls”, la finale per accedere al Pistoia Blues Festival 04. Nel 2006 suona al fianco del bassista Americano Dywane Thomas. Fra il 2006 e il 2007 Alex si trasferisce a Londra e si esibisce nei più importanti “blues clubs” della Capitale e frequenta ‘lo stilista’ della chitarra blues, Otis Grant.

alex_pagina_sito2 Nel 2007 Alex viene contattato dagli “Après la Classe”, la band è in cerca del nuovo chitarrista, inizia così il primo tour italiano ed europeo con il gruppo Salentino. Nel 2008 Durante il concerto di Roma del 1° Maggio, Alex suona con gli “Après la Classe” davanti a più di 500.000 persone. Il 26 giugno 2008 a Treviso, Alex Ricci apre il concerto di Popa Chubby, in questa serata speciale Alex riceve il “Premio Lorenzo Vecchiato” come migliore artista Blues emergente dell’anno 2008, nello stesso periodo prosegue il “Luna Park on Tour” con gli “Après”.

Nel Novembre 2009, Alex Ricci registra le chitarre del disco degli “Après la Classe” intitolato “MAMMALITALIANI”. Tra il 2010 e 2011 vola per due volte in America, la buona riuscita del Tour e del Disco “MAMMALITALIANI” Porta “Gli Après”ad una fantastica esperienza oltreoceano, cinque concerti, due a New York, due a Los Angeles ed uno a Miami insieme ad altre band ed artisti come Caparezza, Elisa, Negrita e Subsonica. Nell’estate 2011 il “Mammalitaliani Tour” arriva fino al “Montreux Jazz Festival”. Gennaio 2013, Alex Ricci presenta il suo primo album da solista, dal titolo “Gonna Rossa”, undici tracce originali contaminate da Blues/Rock e Pop.

Nell’aprile 2014, Alex Ricci presenta IdeaSonica un sito specifico per le lezioni di chitarra online, nello stesso periodo registra le chitarre del nuovo lavoro discografico degli “Après la Classe” intitolato “Riuscire a volare”. Parte così a luglio “Riuscire a volare Tour”, che nel agosto 2015 approda allo “Sziget Festival” di Budapest. Sempre in agosto si aggiudica il 2° posto come miglior chitarrista della scena indipendente italiana 2015, pochi mesi dopo diventa il chitarrista ufficiale della “Super Band MEI”.  Nel novembre 2015 presenta insieme a Valerio Pompei (Batteria) il nuovo progetto musicale “Alex Ricci & Skinny Boy” dal sound roots e potente, arricchito talvolta da loop e suoni campionati, un repertorio che parte dal blues classico e arriva fino ai brani dell’album “Gonna rossa”.

In questo momento Alex Ricci sta lavorando al suo secondo disco da solista e al nuovo disco degli Après la Classe.

Ascoltalo qui

https://www.youtube.com/watch?v=yRV6oiBL3OI,

https://www.youtube.com/watch?v=IpFKAfC4CT0,

Start ore 21,30

Ingresso libero

“Restate A Madonnella” (RAM) è un progetto partecipato di cittadinanza attiva, realizzato grazie alla collaborazione

Restate a Madonnella

Restate a Madonnella

ed alla condivisione di intenti tra la Chiesa di San Giuseppe, il Joy’s Pub ed Associazioni ed organizzazioni di Promozione Sociale e territoriale. 

Per tutto il periodo estivo, dalle ore 20,00 in poi, saranno organizzati appuntamenti di musica, teatro, dibattiti, incontri, laboratori, presentazioni, workshop e proiezioni sul sagrato della chiesa di San Giuseppe in Largo Mons. Curi a Bari. Primo appuntamento 26 maggio 2017 FARAUALLA in concerto.
Sarà un vero e proprio work in progress. Seguiteci!
L’obiettivo è quello di avvicinare i cittadini alla conoscenza diretta di Associazioni ed organizzazioni a scopo sociale ed umanitario presenti sul territorio, sensibilizzarli alla partecipazione attiva e vivere lo spazio del nostro quartiere che più si presta alla condivisione.
Partecipano attivamente al progetto le seguenti Associazioni:
FRATRES – La Sensibilizzazione alla Donazione Organi
EMERGENZA SORRISI – I Bimbi affetti da labbro leporino
PENELOPE PUGLIA ONLUS – Le Persone scomparse
GENS NOVA ONLUS – Femminicidio e bullismo
EMERGENCY – Le Emergenze umanitarie
SAVE THE CHILDREN – Le Adozioni a distanza
UN SOLO MONDO – Il commercio equo solidale
REstate a Madonnella

Cruciverba per il Sociale

 INCONTRA – Vicini alla povertà

ORIGENS – Le multietnicità culinarie
AMORE PER VIVERE – Il benessere psicofisico
LEZZANZARE – La disabilità che promuove la società
GIRAFFA ONLUS – Il Telefono rosa
APS EDEN – La Salvaguardia di individui con disagio e a rischio di devianza
ANGSA – .Le Famiglie dei soggetti autistici
PALESTRA DELLA MENTE – La Consulenza psicologica
SCUOLA DELLA FELICITA’ – La felicità come scelta di vita
COLIBRI’ – Partecipazione attiva in Amazzonia
PLANAR – Lo Spazio Aperto
CHIESA SAN SABINO – Le comunità multietniche si promuovono
CENTRO PUGLIESE PER I DISTURBI ALIMENTARI – I Disturbi del comportamento alimentare
SIEN ART – La Promozione culturale sul territorio
VIAGGI E MIRAGGI – La Promozione del territorio
AFRIACA – Il Sostegno alla popolazione del Togo
SCOUT – L’Impegno civile nella comunità
MEST – La Comunità che si promuove a Regola d’arte
Questi gli obiettivi possibili che desideriamo sostenere e condividere:

RAM

RAM

1) EMERGENZA SORRISIRaccolta fondi a sostegno del progetto Labbro Leporino
2) AFRIACARaccolta fondi per la realizzazione borse di studio per bambini in Togo e la ristrutturazione del tetto di ospedale
3) COLIBRI’ – Raccolta fondi per la ricostruzione di una struttura ospedaliera nello stato di AMAPA (Amazzonia)
4) INCONTRARaccolta cibo per le persone disagiate a Bari
Il nostro ringraziamento va a tutti coloro che, seduti intorno ad un tavolo del Joy’s Pub in compagnia di una birra, hanno ideato, progettato e condiviso l’idea. Vogliamo inoltre ringraziare anticipatamente tutti coloro che parteciperanno spontaneamente alla migliore realizzazione della stessa.
Il programma  sempre aggiornato degli appuntamenti lo trovi su FACEBOOK
#ram #restateamadonnella #joyspub #bari #puglia #italia #cittadinanzaattiva #spaziaperti #estatesocial

Giovedì 9 febbraio 2017, dalle ore 20,00 in diretta dal Joy’s pub di Bari, il programma radiofonico The Persuaders su www.radioflo.it presenta Sua figlia è intelligente ma non si applica (Pensieri sconnessi di senso compiuto) scritto da Vittoria Orlando. Quest’opera vuol essere un racconto immagine per evento di storie e comunicazione di esperienze: Vittoria Orlando è riuscita a delineare in chiave leggera e ironica parole e riflessioni che racchiudono il suo lessico interiore, ascoltando e guardando tutto ciò che la circonda e il mondo in cui sempre si è immersa, tuffandocisi incoscientemente. Ironia, la chiave. Ognuno di noi ha vissuto un momento ben preciso della propria vita in cui si è sentito distrattamente parte del tutto. Un’esperienza intuitiva e intuita in cui le notizie provenienti dal mondo esterno si mescolano con la nostra esistenza individuale tanto da lasciare tracce indelebili. Parole ed espressioni racchiuse in questa opera sono di densità tale da prendere carne e sangue nei fatti della vita, descritti in maniera così singolare; l’ironia, poi, è funzionale al ricalcolo continuo dell’esistenza e non soltanto al ricordo. Spesso si ricorda anche per ‘Ricordare’, ossia per ‘rimettere nel cuore’ ciò che è stato, per rivivere nel presente il passato dando al presente il valore di un cammino. L’irriverenza sarcastica ribalta e conferma; nello stesso tempo sconfessa meglio di una colossale, ed esplicita, smentita. Il lettore, anche e soprattutto quello più distratto (ma la distrazione è vitale per un simile gioco sottile: è vivere davvero) si soffermerà a riflettere su un titolo e uno stile di scrittura che non passerà inosservato. Molti di noi si sono sentiti dire: “Il bambino/a è intelligente, ha capacità, ma non le sfrutta”; ritornello che suona come una sentenza, cui si trova come unica soluzione l’incitamento ad una maggiore applicazione prospettando allettanti ricompense o, viceversa, elencando ‘terribili’ punizioni; esistere è, però, già applicarsi troppo. Dal libro si intravede anche una giovane Vittoria brillante e di carattere; in questa sua forza e concisione l’Autrice dimostra una chiara e versatile capacità, descrivendo l’arte ironica del vivere come fondamentale e primo ‘talento’ della vita.” (Vita Livia Bradascio)

Ingresso libero

Start ore 20,00

https://www.facebook.com/thepersuaderspublicradio/

Giovedì 2 Febbraio alle ore 20,00 il programma radiofonico The Persuaders, condotto da Luciana Manco e Marco Protano, in diretta dal Joy’s Pub su www.radioflo.it, presenta NATURAL NUDE con Stefania Dipierro. stef dipierro natural yoga Stefania Dipierro, cantante e musicista, presenta un reading su pezzi e lembi e bolle di amore raccolte trasversalmente dalle liriche delle canzoni che la fanno vibrare. Autrice ed interperete di musica jazz, popolare brasiliana, italiana d’autore, pop-rock, elettronica.

Tra repertori disparati ed autori dolci e sfrontati. L’incontro si articolerà tra ascolti e letture e nel racconto dei contenuti, aneddoti e riferimenti storici dei testi delle canzoni che canta e di quelle che scrive. Ruotando intorno al suo ultimo album “Nicola Conte presents Stefania Dipierro: NATURAL“, uscito nei mesi scorsi per la meravigliosa etichetta londinese Far Out Recordings con distribuzione italiana IRD

Una parte dell’incontro è dedicata alla letture delle proprie scritture originali, tra cui Natural e Ainda Mais Amor, tratti dal suo ultimo album “Natural” prodotto con Nicola Conte. Nel 2013 Stefania Dipierro concepisce con il pianista Mirko Signorile il progetto CANTO L’AMORE, spinta dal desiderio di poter raccontare la poesia racchiusa in tante canzoni, quando la trama é l’amore nato e cantato sulle spiagge del Brasile, nei Teatri italiani, nei Clubs americani ed inglesi.

Canto l’Amore si plasma nel 2016 e diventa anche NATURAL NUDE, sull’onda dell’album “Nicola Conte presents Stefania Dipierro: Natural”.

dipierro conte wild natural Diverse le origini degli autori che l’hanno maggiormente ispirata negli anni.
I Brasiliani: Caetano Veloso, Milton Nascimento, Edu Lobo, naturalmente il poeta e cantautore Vinicius De Moraes, che negli anni ’50 e ’60 ha scritto per i compositori Antonio Carlos Jobim, Baden Powell

Tracce: Caminhos Cruzados-Incontri Incrociati, Canto de Ossanha, Joia, Maracatu Atomico…
Gli Americani: Betty Carter, Steve Kuhn, Nina Simone, Patty Smith..
Tracce: Open the Door, The Meaning of Love, I’m gonna leave you, I’m dancing barefoot…

Gli Italiani: Tenco – Ciao Amore Ciao

 

Biografia
Stefania Dipierro cantante ed autrice versatile e visionaria. Ha iniziato lo studio del pianoforte a soli 5 anni proseguendo poi in conservatorio,dove ha studiato anche canto lirico. E’ cresciuta cantando costantemente cose molto diverse. Dai repertori brasiliani degli anni ’50 ’60 e ’70, alla musica d’autore italiana, al jazz, ai territori del soul funk ed elettronica.
D’origine barese e salentina, ha vissuto a Roma ed Amsterdam.
Ha visitato molti Paesi cantando per il mondo con le sue formazioni o come ospite: dall’Europa al Sud-America (Inghilterra, Spagna, Portogallo, Russia, Brasile, Cuba, Turchia…)
Tra le sue collaborazioni quelle solide e storiche con Nicola Conte, Fabrizio Bosso, Mirko Signorile, supperclub….
Tra i tour che ha fatto ricordiamo 2 concerti al fianco dell’attore Claudio Santamaria, nell’omaggio ai cantautori italiani. L’ultima tournée’ italiana del polistrumentista Alessandro Alessandroni ricordato come il fischio di Ennio Morricone.

Ingresso libero

Start ore 20,00

Guarda il video

Venerdì 3 giugno 2016 alle ore 21,00, in diretta dal Joy’s Pub di Bari (online su ww.radioflo.it), ospite del programma radiofonico The Persuaders, sarà l’autrice MALUSA KOSGRAN a presentare il suo romanzo “Banchi di nebbia “(ed. EPIKA). banchi di nebbia kosgran joy's pub bari

Banchi di Nebbia è una raccolta di racconti che affronta il tema della memoria. Nutrendosi di paure e insicurezze, l’Io narrante di ciascuna storia si spinge al confine fra reale e onirico, lo oltre­passa e i figuranti sono catapultati in dimensioni che non riconoscono. Per perdersi è sufficiente un attimo, e ogni attimo ha una durata relativa.

Banchi di Nebbia ti fa sedere in un luogo remoto, ti dà da leggere e ti porta con sé.

Autrice

Soggettista, sceneggiatrice di fumetto, autrice, scrittrice, illustratrice e bricoler. Nata a Milano, in provincia di Bari, come scrive sul suo blog. All’anagrafe Giustina Chiara. Per gli amici Giuppy. Dal 2013 Malusa, che è un gusto di gelato arancione. La Morellini Editore ha pubblicato il suo roman­zo d’esordio (La Prima Donna, collana Varianti), la GDS Edizioni un romanzo breve (Condominio Abominio), l’house organ di Marina Rinaldi tanti racconti. Disney, Giochi Preziosi, Editions Pa­quet, Edizioni BD moltissimi fumetti. Il Gioco di Leggere e il Gal Terre di Murgia due albi illustrati

The Persuaders – vizi privati in PUBbliche serate  è il programma radiofonico in diretta dal Joy’s Pub (online su www.radioflo.it) tutti i venerdì sera dalle ore 20,00 alle ore 22,00. Ospita gli amici che vogliono condividere le proprie esperienze, chiacchierando un po’ di tutto con Luciana e Marco, con un pizzico di irriverenza e di malizia, ascoltando buona musica e divertendoci insieme.

Start ore 20,00
Ingresso libero

Venerdì 13 maggio 2016 dalle ore 21,00 al Joy’s Pub di Bari sarà presentato in diretta radio, all’interno del programma The Persuaders, il romanzo Tra la panchina e il lampione di Roberto Gassi (WIP edizioni)roberto gassi

Un romanzo inedito, in cui il protagonista non ricorda perché si trova tra la panchina e il lampione e per quanti tentativi faccia non riesce ad allontanarsi. Ognuno dei personaggi che gli fanno visita porta con sé un pezzo di storia propria e condivisa che tassello dopo tassello gli permette di

colmare il vuoto nella sua testa. Ogni personaggio rappresenta una fase fisica e mentale della vita che ognuno di noi percorre, incarnandone dubbi, timori, gioie, sensazioni e situazioni fortemente attuali. Un finale imprevedibile che conferma quanto l’amore sia ancora l’unico rimedio a uno dei peggiori mali del nostro attuale tempo.

L’Autore: Vito Roberto Gassi è nato a Bari il 9 ottobre 1975. Attualmente lavora come impiegato per una multinazionale nel settore trasporti e logistica.

Presso la facoltà di Economia di Bari ha conseguito una laurea in Economia Aziendale e un D.p.u. in Economia e Amministrazione delle Imprese.

A luglio 2011 il suo primo romanzo La mosca bianca è opera vincitrice della terza edizione del concorso nazionale Narrando.

Tra la panchina e il lampione è il suo secondo romanzo.

The Persuaders è il programma radiofonico in diretta dal Joy’s Pub di Bari, su www.radioflo.it, dalle ore 20 alle 22 di ogni venerdì.
Ospita gli amici che vogliono condividere le proprie esperienze, chiacchierando un po’ di tutto con Luciana e Marco, con un pizzico di irriverenza e di malizia, ascoltando buona musica e divertendoci insieme

Start ore 20,00
ingresso libero

Info 0805542854

Venerdì 29 aprile 2016 dalle ore 21 sarà presentato in diretta radio, all’interno del programma The Persuaders, il primo volume della collana OIGO dal titolo The Third Island. The Persuaders è il programma radiofonico in diretta dal Joy’s Pub di Bari, su www.radioflo.it dalle ore 20 alle 22 di ogni venerdì. Ospita gli amici che vogliono condividere le proprie esperienze, chiacchierando un po’ di tutto con Luciana Manco e Marco Protano, con un pizzico di irriverenza e di malizia, ascoltando buona musica e divertendoci insieme. Pubblicazione2 2

OIGO, Osservatorio Internazionale sulle Grandi Opere, è la prima collana di libri prodotta da Planar Books. Indaga, attraverso gli strumenti dell’arte visiva e della ricerca scientifica, il significato materiale e immateriale, fisico e culturale delle Grandi Opere tentando una revisione dello sguardo e della convinzione comune e triviale del termine. OIGO attraversa ogni anno una diversa regione d’Italia, che presenta particolari fenomeni di trasformazione del paesaggio. Planar Books nasce con la collana OIGO – Osservatorio Internazionale sulle grandi Opere. Il primo volume di OIGO, The Third Island, nasce da una ricerca di fotografia documentaria presentata per la prima volta all’interno della sezione centrale Monditalia XIV Mostra Internazionale di Architettura – la Biennale di Venezia. La ricerca The Third Island nasce In virtù del 50° anniversario dall’avvio dei lavori di costruzione della Sa-RC, e del 20° anniversario dall’apertura del porto di Gioia Tauro.

OIGO ha scelto la Terza Isola, questo il nome che veniva dato alla regione Calabria prima della costruzione della SA-RC, come primo caso di indagine e racconto.

Planar Books è la casa editrice fondata e prodotta da Planar, centro per la fotografia il design e le arti visive con sede a Bari. Planar Books intende indagare con un approccio cross-disciplinare le relazioni esistenti tra il paesaggio, l’autorità, l’evoluzione tecnologica e la vita quotidiana.  Produce libri in lingua italiana, inglese ed araba ed è distribuita in Italia, Europa, Medio Oriente e US. Pubblicazione2

Da ottobre 2014 a maggio 2015 è stata realizzata in Calabria una rassegna di approfondimento e formazione; attraverso attività multidisciplinari che riguardano politica, geopolitica, economia, architettura e città. La rassegna è stata completata da una imponente campagna fotografica che ha attraversato tutto il territorio regionale.

La campagna fotografica è stata condotta da 11 fotografi e fotografe accompagnati nel loro lavoro da giornalisti, attivisti, imprenditori locali, durante un anno si sono alternati, percorrendo il territorio calabrese raccogliendo testimonianze, storie e paesaggi. Il volume raccoglie i complessi esiti di questa indagine visiva, per restituire un ritratto nuovo e sensibile del territorio calabrese, a partire da tutto ciò che è nato attorno alle Grandi Opere e che l’immaginario corrente della cronaca giornalistica spesso non ci restituisce.  Pubblicazione 2 1

Il libro è accompagnato da contributi di ricercatori, studiosi, architetti e giornalisti che hanno dato forma a questo racconto inedito: si tratta di brevi segmenti tematici rispondenti alla varietà degli elementi emersi  durante la ricerca in ambito antropologico, geografico, architettonico, politico e paesaggistico.

Il volume è completato da un breve dizionario analogico del termine Grande Opera, composto da undici saggi redatti da altrettanti studiosi e professionisti; scelti per la reciprocità della loro ricerca rispetto al tema da noi indagato, nonché per l’eccezionalità dei traguardi da loro fissati in ambito internazionale.

I testi inclusi nel volume sono in lingua italiana e inglese.

Biografia Antonio Ottomanelli

Nato a Bari nel 1982, Antonio Ottomanelli studia Architettura a Milano e Lisbona. La sua formazione lo porta a interessarsi alla fotografia come strumento per indagare il territorio, non tanto nei suoi aspetti paesaggistici o urbanistici, ma come indicatore delle dinamiche sociali e delle tensioni geopolitiche nelle aree di conflitto. Sempre alla ricerca delle motivazioni profonde delle problematiche che determinano gli equilibri globali o semplici fatti di attualità locale, Ottomanelli non fotografa gli eventi, che si tratti di guerre, rivoluzioni o manifestazioni, ma i segni tangibili delle tensioni alla loro base.

Il lavoro di Antonio Ottomanelli è stato presentato nell’ambito di numerosi festival e istituzioni internazionali a Berlino, Arles, San Paolo, Dallas, Holon e Amman. Ha esposto in mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Nel 2013 la sua prima personale, Collateral Landscape è stata organizzata dalla Triennale di Milano, a cura di Joseph Grima. Ha partecipato alla XIV Mostra Internazionale di Architettura di Venezia e alla prima Biennale del Design di Istanbul. É curatore del volume The Third Island, pubblicato nel 2015 da Planar Books, primo di una serie dedicata all’osservazione dell’impatto delle grandi opere sui cambiamenti territoriali e sociali. A gennaio 2016, è stata presentata a Camera Torino – centro italiano per la fotografia la sua personale Kabul + Baghdad curata da Francesco Zanot. L’esposizione inaugura un ciclo di mostre dedicate ai giovani talenti italiani.

Start ore 20,00

Ingresso libero

www.ao-ph.com

www.planar.ph

https://vimeo.com/48551193

https://vimeo.com/38221432

http://planarbooks.bigcartel.com/product/o-i-g-o-n1-the-third-island

https://www.facebook.com/whiteholegallery/?fref=ts

This site is protected by WP-CopyRightPro