Articoli marcati con tag ‘pop’

Venerdì 13 aprile 2018 alle ore 21,30 la Live Music del Joy’s Pub presenta in concerto in prima assoluta a Bari i VillaZuk, espressione della canzone cantautorale che si innesta di sfumature country, pop e reggae. I VillaZuk sono la fusione di caratteri stilistici variegati, villazuk-foto-logo-2018 mescolati in un calderone che ha ritmiche dinamiche, colori e tinte in levare, spiccato senso melodico e una scrittura immaginifica e dotata di innegabile espressività.

Ad aprile 2010 fanno la loro prima apparizione live e vincono il concorso nazionale Bsidemusicontest. A fine luglio dello stesso anno, arriva il loro primo album “…a colorare Libertà”. Il brano Fiorecrì viene scelto come sigla del video di presentazione del ConcertOne a favore del SI per il Referendum 2011, in Piazza del Popolo a Roma.

Il loro secondo album “Meno Male Robertino” esce a giugno del 2013. Co-produttore del lavoro è Angelo Sposato ed il suo Sud Studio. Il 16 ottobre dello stesso anno esce in anteprima esclusiva su Rockit il video di Tutt’uno, primo singolo estratto dall’album. I brani Fiorecrì e Tutt’uno fanno parte della compilation Meet’n’Radio, in rotazione su oltre 1000 tra Radio e WebRadio. Nello stesso anno i brani entrano nella classifica ufficiale Indie Music Like, la chart delle canzoni indipendenti più ascoltate in Italia.

Condividono palchi importanti con MANU CHAO, ALBOROSIE, GIULIANO PALMA, BRUNORI SAS, 24 GRANA, BANDABARDO’, PERTURBAZIONE.

Ad Agosto 2013 viene assegnato ai VillaZuk il Premio “San Francesco Saverio”, riconoscimento conferito ogni anno alle eccellenze Calabresi.

loc-variazione Nel 2014/2015 sono impegnati in un progetto, “La Musica per un nuovo inizio”, sulla musica e sulla scrittura delle canzoni, nella Casa Circondariale di Cosenza. Percorso, quest’ultimo, iniziato già nel 2011, dopo un corso di formazione a Zaandam in Olanda, nell’ambito del progetto Europeo PEETA, svolto nelle Case Circondariali di diverse nazioni e per la prima volta in Italia.

Dopo numerose date in tutto il Belpaese, i VillaZuk raggiungono la fase finale del concorso 1MFestival 2014, posizionandosi tra i primi 8 gruppi.  Vincono il “Premio della Critica Amnesty International – Voci per la Libertà 2014”. Nell’Ottobre 2015 vengono scelti da Radio3 Rai, MIUR e Accademia della Crusca come testimonial della Giornata ProGrammatica, durante la settimana della lingua italiana nel mondo. Ad ottobre 2016 viene assegnato ai VillaZuk il “Premio Ninfeo in Art”, per essersi distinti in Calabria nella categoria Musica.

A Luglio 2017 vincono la finale regionale del “Premio De Andrè”, premiati da Carlo Massarini. Ad Agosto 2017 partecipano poi alle semifinali nazionali del “Premio De Andrè” e vengono selezionati tra i 13 artisti che parteciperanno alla finale nazionale (marzo 2018). Ad Ottobre 2017 esce in anteprima su FanPage.it il video di Quando tutti dormono, singolo che si piazza subito nelle prime posizioni della classifica Indie Music Like e che anticipa l’uscita del terzo album della band, prevista nella primavera 2018.

Ingresso libero

Start ore 21:30

Guarda il video di Quando tutti dormono

www.villazuk.it

 

Ospite della Live Music, organizzata dal Joy’s Pub venerdì 17 febbraio 2017 dalle ore 21,30, dalla Sardegna il songwriter Federico Pazzona in arte BEESIDE in concerto. Il suo è un song di matrice britannica ma di quelli capaci di tracciare percorsi e connessioni fra tradizioni e stili diversi. beeside tour poster1 Il risultato? Un cantautorato composto ed elegante dal punto di vista armonico, ma liricamente audace ed irruento: anima folk e attitudine punk.

Beeside è il moniker scelto per il suo progetto solista da Federico, talentuoso polistrumentista e cantautore sassarese. Già attivo sulla scena hardcore e post rock, si innamora presto del fingerpicking e di sonorità che disegnano un paesaggio sonoro e geografico ben definito: quello delle campagne delle Midlands inglesi.
Mood Spirals, il suo primo lavoro, è uscito nel 2012 per l’etichetta indipendente Seahorse/Red Birds, ricevendo ottimi consensi presso alcune tra le migliori testate musicali italiane.

Lullabies of love and hate (Officine Musicali) è il secondo album di Beeside e vede la luce a inizio 2016. Si tratta di un lavoro di natura schiettamente intimista e ruvidamente folk nel suo sound scarno ed essenziale. Nove episodi in cui filastrocca e favola collimano disegnando strutture sonore minimali ma complesse allo stesso tempo. Il titolo è un voluto omaggio a Leonard Cohen, e allude anche a una presa di posizione: la volontà di tornare a una musica nuda, al songwriting nella sua accezione più classica e tradizionale.

Dicono di Lui

lullabies of love and hate ”Nel complesso, Mood Spirals è un album umbratile, intimo e che conquista l’orecchio a poco a poco attraverso il gioco di echi e armonie di cui è intessuto. Un buonissimo esordio per Beeside”. (SentireAscoltare)

“Nove ninne nanne sporche, che portano al loro interno contrasti e vita scomoda ma li sublimano in musica […] c’è anche una certa maturità stilistica e compositiva che lascia trasparire dedizione e capacità”. (Rockit)

“Beeside ha un tocco chitarristico davvero delizioso, il suo fingerpicking denota un allenamento ed una tecnica difficile da trovare negli interpreti nostrani, ascoltare Bottlenecks, o Take a breath and swim, sulle tracce sia di Harper che del Jimmy Page acustico mentre The good things you’ve done riecheggia il Nick Drake leggiadro di Cello song”. (Distorsioni)

“L’ottima proprietà, sia di pronuncia, sia di gestione delle sei corde, fa di Beeside un progetto interessante e “internazionale” di per sé. La qualità delle canzoni nel complesso è di alto livello, con una spiccata comprensione della giusta armonia dei momenti”. (MusicTraks)

“Chi riesce a farsi toccare, si sentirà cullato fortemente dalle note racchiuse in questo disco”. (Spazio Rock)

Start ore 21,30

Ingresso libero

Beeside sarà anche presente sabato 18 febbraio dalle 10.30 alle 12.30 presso New Sound (c.so Cavour 26/26A 70121 Bari) dove potrete acquistare i suoi cd

Il video di MOOD SPIRALS
Il video di LULLABIES OF LOVE AND HATE

facebook.com/beesidelullaby

Contatti Elephant
elephantbooking.it
+39 388 155 6006 | Giuseppe | giuseppe@elephantbooking.it
Facebook page – facebook.com/elephant.booking
Twitter – twitter.com/elephantbooking

MUSIC HISTORY TOUR – Il martedì sera la storia della musica al pub, raccontata attraverso le canzoni, i video, i racconti, le curiosità che hanno segnato le varie decadi musicali. Dal Gospel al Beat, dagli Anni 70 alla New Wave, la dance ed il rock dei 90 per arrivare alle ultime innovazioni artistiche.

La storia della musica raccontata al Joy's Pub

La storia della musica raccontata al Joy’s Pub

Racconteremo come la musica si è trasformata e perché, con la conduzione di Carlo Chicco (Responsabile Controradio) e Marco Protano (Joy’s Pub) ed ovviamente senza farci mancare il supporto del pubblico che potrà raccontare le proprie esperienze o semplicemente interagire con noi!

Il primo appuntamento lo abbiamo dedicato alla nascita del Rock’n’Roll! Il Jazz e Blues, il Gospel, dalla “race music” degli anni 30 al primo pezzo rock della storia. Ma la musica americana degli anni 50 arriva anche in Inghilterra, si diffondono molti Club che suonano il Blues, quello classico, ma il rock’n’roll crea i suoi proseliti anche qui creando di fatto due linee musicali diverse, la tradizione e l’evoluzione. I Rolling Stones da una parte ed i Beatles dall’altra. Negli anni 60 vengono coniati i principali sottogeneri del rock, per la prima volta si crea il paradigma tra “musica alternativa” e quella “pop”! Tra aneddoti, la musica ed i video di tutti i protagonisti di questa decade ritorniamo ad incontrarci al Joy’s per passare una piacevole serata insieme! Vi accompagneremo alla riscoperta di una delle decadi più interessanti e significative della storia della musica! Vi aspettiamo!

Graphic by Paola Pagone

THE ALMOST YOUNG presentano, nell’ambito della rassegna Live RESIDENTS, venerdì 7 febbraio il progetto musicale T-ART-INE di VOCE in salsa NOTE. Ecco gli ingredienti per una buona riuscita della serata: 500 g di parole, 1 Kg di NOTE, 400 g di percussioni, 500 g di corde di chitarra ben tese, 200 g di corde di violoncello marinate, 2 anime giovani, 2 corpi contenitori. the almost youg loc

PUBBLICO (quantità minima consigliata 40 Kg)

PREPARAZIONE
Ordinare ben bene le parole, iniziare a mescolarle con 300 g di note, almeno per 3 minuti, aggiungere qualche corda di chitarra ben tesa mescolate con altri 200g di note…quando è tutto ben amalgamato aggiungere un po’ alla volta le corde di violoncello con ancora 200 g di note sino a creare una crema non molto liquida (se troppo liquida aggiungere 100 g di note)…a questo punto dare una spolverata di percussioni e mescolare pian piano…è il momento giusto per lavorare tutto con le due anime, versarlo nei due corpi contenitori e ricoprire con le NOTE restanti…lasciare i due corpi per due ore su un palco ben riscaldato che cuoceranno tutto sino a non poterne più. Porzionare sino a quando il PUBBLICO non sarà ben soddisfatto.

P.S. Ricordarsi di inumidire tutte le porzioni con Guinness.

La cena è curata dagli chef musicali JOJO (voice Angelo Piergiovanni) e RORO‘ (guitar & percussion Rosario Le Piane)

Bene, la cena musicale di venerdì 7 febbraio è servita. Alle ore 21,45 potrete degustarne tutti

Ingresso libero

Info 0805542854

Sabato 12 maggio un gradito ritorno al Joy’s Pub di Liliana Marzo con il “Lilium Acustic Trio” in un viaggio nella musica fatto di tappe che vanno dal rock al blues passando per il soul e il pop. I brani più celebri ed emozionanti delle storia della musica diventano quadri colorati ed intensi raccontanti come se fossero momenti di vita prepotente dalla bellissima voce di Liliana Marzo, dalla voce e chitarra di Leonardo Barberio e ritmati dalle percussioni di Chicco Lillo.
Il mood acustico dona spessore a brani come “Every breath you take”, “What’s up”, “Calling you” .
Una serata suggestiva e divertente in perfetto stile Joy’s.

Live Music V è la rassegna di eventi musicali dal vivo che il Joy’s Pub ha organizzato a partire da settembre fino alla stagione primaverile.
La rassegna, di altissima qualità, intreccia diversi generi musicali, dentro e fuori dagli schemi più conosciuti. Sotto la direzione artistica di Umberto Calentini, il Joy’s Pub diventa una tela bianca pronta ad essere colorata di note e sonorità particolari.

free entry
start live h. 21.30
second step h. 23.00

Cosa succede quando un pianista jazz e una voce femminile si incontrano tra le righe di un pentagramma? Suonano, creano, o più semplicemente giocano con la musica rendendonle doveroso omaggio.Il duo rielabora in chiave jazz alcune tra le più belle canzoni del repertorio pop-rock. Ascoltandolo si incontrano brani di J. Lennon e P. McCartney, J. Hendrix, V. Morrison, E. Costello, Joy Division, Cure, Nirvana.
In questa occasione si presentano al pubblico in compagnia del sassofonista Vincenzo Antonicelli, membro dell’Oberon Jazz Quintet e collaboratore di numerosi gruppi. Il progetto consiste nella rielaborazione in chiave jazzistica di canzoni del repertorio pop-rock.

Martedì 25 novembre inizio ore 22:00

This site is protected by WP-CopyRightPro