Articoli marcati con tag ‘Venerdì’

Venerdì 16 febbraio 2018 alle ore 21,30 ospite della Live Music 2018 promossa dal Joy’s Pub di Bari, sarà la BeDixie – dixieland jass band, presentati da Lobello Records. BeDixie – dixieland jass band è un viaggio musicale che rappresenta un immaginario colmo di bellezza e passione. dixieland-jass-band Lo stile Dixieland della New Orleans negli anni ’20 è un’ispirazione forte che si mescola a un itinerario fatto di locomotive sbuffanti, bottiglie mezze vuote, tabacco stagionato e lo strumento sempre al fianco, come il migliore amico. Perché quando la festa comincia, la musica deve essere quella giusta.

BeDixie percorre sentieri poco battuti perché difficili da perseguire se non con elevata capacità tecnica, sensibilità poetica e grande spirito di gruppo. Quello che si respira tra i giovani e talentuosi musicisti che compongono la band. Una formazione modulare fino a otto elementi, per uno spettacolo in divisa dixieland rigorosamente in acustico, che trova la sua massima espressione per strada in puro stile marching-band. Un intreccio polifonico, uno sviluppo armonico collettivo che colma ogni vuoto, in modo da non infrangere il mood sonoro in cui musicisti e pubblico interagiscono.

Dal Jazz delle origini di New Orleans fino allo swing, volando nel tempo e nelle musiche del mondo fino alle fanfare balcaniche.

ascolta qui

Start ore 21,30

Ingresso libero

Venerdì 9 febbraio 2018 ore 21,30, la Live Music del Joy’s Pub presenta la cantautrice marchigiana Serena Abrami. Il 9 dicembre 2016 è uscito il suo secondo album “Di imperfezione”. serena_acustica_banner_evento Dopo l’anteprima streaming dell’album su Ondarock, il primo singolo “Credo” finisce nella compilation di dicembre di Rockit, mentre il video del secondo singolo “Di imperfezione” viene pubblicato in anteprima su Rockerilla. Il video del terzo singolo “Forse è culturale” è uscito il 2 luglio in esclusiva su Coming Soon, mentre il video del remix dell’inglese Howie B in esclusiva su Rockit.

Le nuove undici tracce sono state registrate tra il Nufabric Basement di Fermo ed il Panic Botton Studio di Londra sotto la guida del fonico Steve Lyon (Cure, Depeche Mode) e masterizzate da Pete Maher (The Rolling Stones, U2). L’ indirizzo sonoro è curato da Serena e dal chitarrista Enrico Vitali, a cui si aggiungono Mauro Rosati (synth e pianoforte) e Marcello Piccinini (batteria) per le fasi di scrittura, arrangiamenti e registrazione.

L’attuale suono della band mescola atmosfere BritPop e Folk Rock. Tra le influenze: Joni Mitchell, Feist, Beth Gibbons e Smoke Fairies, senza dimenticare i grandi cantautori italiani.

foto-nuova-3bisBIO
Con un’intensa attività live alle spalle e sul palco sin da piccola, Serena ha collaborato con diversi artisti italiani come Fiorella Mannoia, Max Gazzè, Cristina Donà, Gnu Quartet, Musica Nuda, Paola Turci, Marina Rei, Perturbazione, ed internazionali (Suzanne Vega, Terra Naomi); ha partecipato a trasmissioni televisive tra cui “Top of the pop’s”, “Quelli che il calcio, “Music Box e radiofoniche nazionali (“Barbarossa Social Club”, “StudioMax”, “Rai Internazional”, “Notturno Italiano”, “Start!”, “Via Asiago live”, “Radio Italia”…).
Serena esordisce discograficamente con “Lontano da tutto” (EMI – 2011); l’album contiene “Tutto da rifare” scritta da Ivano Fossati (pezzo inserito a sua volta in “Pensiero Stupendo – Le canzoni più belle e famose di Ivano Fossati interpretate dai più grandi artisti italiani) e “Lontano da tutto”, brano scritto e pensato per lei da Niccolò Fabi, con la quale partecipa al Festival di Sanremo 2011 nella categoria “Nuove Proposte” classificandosi quarta. In seguito viene pubblicato il videoclip diretto da Rocco Papaleo e che vede la partecipazione del giovane attore Paolo Briguglia.
Lo stesso anno duetta con Max Gazzè nel singolo “Scende la pioggia (da un’ora)” e nel 2012 incide il singolo “Ottobre” insieme a Tommaso Cerasuolo, voce della band Perturbazione, sotto la produzione di Luca “Vicio” Vicini dei Subsonica.

Guarda Il Video 

Ingresso libero

Consigliata la prenotazione

Venerdì 28 aprile 2017 alle ore 21,30 prima assoluta in concerto al Joy’s Pub di Bari sarà la cantautrice bresciana CLAUDIA IS ON THE SOFA che presenterà il suo ultimo disco TIME OF ME . copertina 1d

La voce di Claudia (il cui vero nome è Claudia Ferretti) è familiare come quella della tua migliore amica. Imbracciando la sua fidata chitarra Emmylou Ribs, canta gli attimi e i silenzi, il frastuono e il ruggito, li porta sospesi a chi ama ascoltarli.

Cantautrice dal cuore americano, canta soffici canzoni composte sul sofa, raccontando le vite raccolte per strada a chi ama ascoltarle. Il disco di esordio Love Hunters (Gibilterra management) fa conoscere e apprezzare Claudia Is On The Sofa lungo tutta la penisola. Claudia canta ora per l’Italia e si avventura in Europa con l’album Time of me.

 “Un viaggio musicale nel profondo delle nostre sensazioni così come in un avventuroso tour on the road in America, avvolti in una soffice e calda coperta tessuta con trame delicate e risolute di folk-rock classico e contemporaneo, sexy e malinconico, intimo e cinematografico, ricco e curato nel dettaglio quanto spontaneo ed emotivo.”

OLYMPUS DIGITAL CAMERADivide il palco con Joan as a police woman, Scott Matthew, Hugo Race, Steve Wynn, Sondre Lerche, Dillon, Omar Pedrini, Paolo Benvegnù, Cesare Basile, Federico Fiumani, Marco Parente e molti altri. Collabora con diversi artisti, tra cui Omar Pedrini nel suo “Che ci vado a fare a Londra?” e Giorgio Tuma. Presta voce e canzoni a sincronizzazioni, arrivando a Cannes con uno spot realizzato da Filmgood e Vetriolo.

http://www.claudiaisonthesofa.com/

Ascoltala qui

Start ore 21,30

Ingresso libero

Per la prima volta in tour in Italia a Bari, venerdì 7 aprile 2017 alle ore 21,30, THE ZAP SHOW saranno ospiti della Live Music organizzata dal Joy’s Pub.

the-zap-web

Insieme animano le vite e causano terremoti di felicità con il loro show chiassoso, pieno di ritmo pacchiano, perversi spettacoli di burattini, un teatro estremamente fisico, un tip tap tenace ed un cabaret da piatti splash. Prendendo ispirazione da Bob Fosse, Louis Prima, la musica skiffle e gli antichi metodi di fare il bucato, lo Zap Show crea molto più che ritmi che rilassino i vostri piedi e le corde vocali, è uno show fisico e selvaggio che sicuramente alleggerirà la vostra tensione e farà gorgogliare la vostra vasca da bagno.

THE ZAP SHOW è formato da: the-zap-show-1

WILL HENDERSON, un produttore multi strumentale di vibrazioni, scrittore di canzoni, invita al sorriso ed a ballare in pista. MADEMOISELLE GABRIELLE una showgirl in paillette incontra la superstar di un circo; questo camaleonte in costume trasuda classe e curiosità, porta con sé, ovunque vada, una borsa di scherzi senza fondo. PETRO, un creatore di cascate di sorrisi e molte lacrime di allegria; questa leggenda della mitica Grecia che porta con sé l’afro è famosa per calpestare i polli nel suo tempo libero. “Cosa ottieni se lanci in un frullatore un’asse per il bucato, un megafono, un ukulele, un pollo di gomma, delle scarpe da tip tap, una tromba, due canguri ed un po’ di tzatziki?”. In questo tour si aggiunge a loro anche la violinista YOUKA per meglio combinare vintage swing jazz con una moltitudine di sorprese cariche di fascino e comicità.

Uno spettacolo ricco, divertente ed articolato da non perdere per gli amanti del Swing, Tap and Honk 

http://www.thezapshow.com/,

Guarda il video 

Start ore 21,30

Ingresso libero

Ospite della Live Music, organizzata dal Joy’s Pub di Bari, venerdì 10 marzo 2017 dalle ore 21,30 da Montecavolo (Emilia Romagna) in tour il bluesman STEFANO BARIGAZZI. Ste inizia la sua carriera musicale suonando la batteria, IMG_0266 dove conosce alcune delle icone più importanti della musica rock, viaggiando indietro nel tempo conosce e si innamora del blues e inizia a suonare l’armonica a bocca.
Dopo due anni di full immersion nel genere, trova l’apice della sua espressione nella chitarra e nel canto. Il suo repertorio spazia dai primi blues, gospel e soul, fino al folk americano. Chitarra resofonica, chitarra elettrica e acustica, accompagnano Ste in questo viaggio musicale.Il repertorio interpretato va dai blues più primitivi a pezzi inediti e cover del folk americano, con qualche sfumatura a tratti country, che combacia perfettamente con il repertorio live.

Stefano Barigazzi nasce a Reggio Emilia nel ’96.

Forma assieme ad Enrico Zanni i Poor Boys, band dai suoni elettrici che percorre le vie del blues meno tradizionale e più rustico. Nel 2016 danno vita a “Roots” , disco che rivisita appunto le radici musicali dei Poor Boys.

Sito https://www.poorboysblues.com/,

Ascolta qui

Ingresso libero

Start ore 22,00

Nuovo disco, nuova band, nuova musica per l’artista salentino Tobia Lamare che venerdì 3 marzo 2017 alle ore 21,30 in concerto sul palco naturale del Joy’s Pub di Bari, torna dopo quattro anni con un nuovo disco e un nuovo tour “Summer Melodies” che ha come coordinate stilistiche il soul, le chitarre della Highway61 e le buone vibrazioni della west coast. summermelodies

Tobia Lamare, da vent’anni figura di spicco della cultura alternativa in Salento,è musicista e dj a 45 giri, nei suoi party ha ospitato rockstar internazionali e artisti underground come, tra i tanti, Dave Rowntree dei Blur, Mike Joyce degli Smiths, Eddie Piller, Perry Louis, SnowBoy e Dean RudlandHa composto musiche per il teatro (Induma, Ca’ Foscari, Nasca, Gran Teatrino) e per installazioni (Michelangelo Pistoletto, Alice Pedroletti, Paolo Guido). Ha aperto, inoltre, i concerti di band come Kings Of Convenience e Iggy Pop & the StoogesÈ stato in giro per l’Italia e l’Europa in lunghi tour, suonando in grandi club, librerie, festival come lo Sziget a Budapest, in Irlanda tra Dublino e le big wave della costa atlantica, per agricoltori ubriachi a Nashville o nei folk club di Londra e BarcellonaLa sua etichetta e casa, Lobello Records, si trova nella campagna salentina diventando, negli anni, un piccolo network europeo di artisti legati al mare, in particolar modo alla surf culture. Dal 2008 Tobia ha prodotto artisti locali e internazionali, realizzato documentari e residenze artistiche con l’obiettivo di costruire connessioni tra la musica e le onde

Il mare, le onde, la vita, gli amici, l’amore, la natura sono gli elementi principali che si incastrano per dare vita alle canzoni che compongono l’album. Il nuovo lavoro prende corpo e anima dal progetto 54songs. Nel 2014, dopo due dischi e lunghi tour, Tobia apre un blog che egli stesso definisce un “diario sonoro” lungo 54 settimane e 54 canzoni. Settimanalmente il musicista pubblica un nuovo brano legato a una storia che spiegasse il senso della composizione. Durante tale “maratona” Tobia trova nuova linfa e ispirazione, sperimentando in lo-fi e registrando con altri musicisti confrontandosi così con il suo songwriting.

Come dice Tobia: “Scrivere canzoni è stato sempre il rimedio per molte delle mie paure, la celebrazione delle felicità più grandi, la via di uscita nei momenti più scuri. Dovevo comporre nuove melodie per trovare idee, riscoprire suoni e ampliare lo sguardo su altri strumenti come ad esempio i fiati.” Nella seconda parte di questo viaggio nasce l’esigenza di un album in studio, così raccoglie le nuove canzoni e forma una nuova band che potesse aiutarlo ad esprimere al meglio il concept dei nuovi brani.

tobialamareslider SummerMelodies: il concept – L’estate come stato mentale, come conduttrice di vibrazioni positive, di esperienze, di amore, di calore. Le “SummerMelodies” hanno un suono caldo e nascono da un mare trasparente, agitato nel Salento dai forti venti di scirocco e tramontana. L’estate di Tobia è una stagione senza fine, che inizia in autunno e continua per tutto l’inverno, per poi riaccendersi in primavera. Proprio come nel famoso documentario surf degli anni ’60 Endless Summer, dove due surfer americani girano per tutto il mondo e per tutto l’anno alla ricerca dell’onda perfetta anche per Tobia la ricerca delle buone vibrazioni non finisce mai.

I testi. Jungle Book prende in prestito il testo da una poesia presente nel Libro della giungla di Kipling: “the miracle of Purun Bhaga”, parla del rapporto uomo e natura, dell’amore che riceviamo da madre terra ma che non riusciamo a comprendere. La natura, il mare e le onde sono argomenti ricorrenti e tornano in Summer Melody e Singing On Water, mentre la ballata Rescue Me, cantata insieme alla songwriter inglese Mara Simpson, è una camminata tra i sentimenti che legano indissolubilmente gli amici. Altri ospiti li troviamo nella track Superlady, dove le canadesi Random Recipe regalano un rap su una base super funky. Il lato ironico di Tobia si svela nelle tracce Veggie Blues e ShaveAll The Hipsters. Mentre  Second Hand Market è un’istantanea di un pomeriggio a Camden Town di fine anni ’90, che racconta di anime alla ricerca di dischi, di amore e di se stessi. Morning Song è una ballata soul che cerca ispirazione nel sud degli Stati Uniti e lascia spazio al romanticismo che troviamo anche in Thank you, ballata acustica dedicata alla persona che prima di tutte ha spinto il musicista salentino a scrivere le sue canzoni.

Musicisti e special guest – In studio di registrazione hanno suonato Roberto Pisacane (ex – BoomDaBash/No Finger Nails) al basso, Francesco Pennetta alla batteria, Alessandro dell’Anna alla tromba, Emanuele Coluccia (Banda Adriatica) al Sax, Antonio Candido Jr (già con Tobia nei The Sellers) all’armonica di Veggie Blues, Mauro Tre (Intensive Jazz Quartet, Muffx, Opa Cupa) all’hammond di Superlady, Sofia Brunetta su SummerMelody, Mara Simpson (Brighton – U.K.) su Rescue Me e le Random Recipe (Montreal – Canada) con il loro rapsu Superlady. Tobia Lamare voce e chitarre.

Il disco è stato prodotto durante il 2016 tra i Laboratori Musicali di Trepuzzi e la Masseria Lobello. Il mastering è stato fatto al Sage Studio di Nashville. La copertina è opera del writer salentino Frank Lucignolo. Le foto sono di Antonino De Blasi.

“Summer Melodies” è stato anticipato a giugno dal video di Singing On Water. Riprese e montaggio sono opera di Angelo Stamerra Grassi (www.mati.network), surfer e videomaker salentino, che ha saputo interpretare al meglio l’atmosfera del disco. Il brano parla di una glassy sunday: una domenica dove non c’è vento ed il mare ti regala centinaia di onde lisce, lunghe e perfette. Una giornata in cui vuoi rimanere in acqua con gli amici fino a sera, una giornata che aspetti per tutta la settimana. Una giornata in cui abbandoni le tensioni giornaliere sulla spiaggia e ti fai curare dal mare. L’album è disponibile su tutti gli store digitali dal 24 ottobre e in vinile e musicassetta da gennaio 2017.

 Il video di Singing On Water

 

SUMMER MELODIES TOUR 2016-17

28 ottobre 2016 – Whealans – Dublino (IRL)

29 ottobre – Harbour Bar – Bray (IRL)

30 ottobre – Chasing Bull – Bundoran (IRL)

01 ottobre – Mac Mahons – Maynooth (IRL)

02 ottobre – the Globe – Dublino (IRL)

10 dicembre – Villanova – Taranto

15 dicembre – Mainsten Cafè – Berlino

16 dicembre – Hauser Republisxche Democratik – Berlino (D)

19 gennaio 2017- Sparwasser – Roma

15 febbraio – Amarcord – Grottaglie

17 febbraio – Road 66 – Lecce

03 marzo – Joy’s Pub – Bari

21 aprile – Circolo Arci Hoibo – Milano

22 aprile – Dynamo – Bologna

Ingresso libero.

Start ore 21.30

info 0805542854

Contatti e booking : lobellorecords@gmail.com +39 3803119429

Venerdì 3 febbraio 2017 la Live Music organizzata dal Joy’s Pub, c.so Sonnino, 118/d – Bari, ospita in concerto la voce potente e dolce, forte e inquietante.di Maurizio Vierucci noto anche come Oh Petroleum . La sua musica ha origine nel blues e nel folk americani, nel rock dei Gun Club e dei Tin White Rope. OhPetroleum_1 Il paesaggio che ritma i suoi testi è quello intimo e profondo della sua vita e dei suoi sentimenti. Il suono è cupo e romantico, riporta a immagini desertiche e soffocanti in cui amore e abbandono fanno cerchio unico e si chiudono, senza scampo

Nato e cresciuto a Brindisi, nel sud Italia è’ un cantautore, musicista e artista indipendente. La sua musica mescola American Folk, Blues e Rock’n'roll. Ha iniziato a fare musica come batterista quando era adolescente, suonando in diverse band locali. Ha fatto i suoi primi demo e registrazioni ambientali sperimentali all’età di vent’anni. Un processo continuo di ricerca e di trasformazione porta Oh Petroleum a fondere diverse arti in spettacoli, collaborazioni e azioni sperimentali. Nel 2012 ha preso parte al programma di residenza internazionale Sound Res con Lee Ranaldo, David Cossin, Mina Tindle e Found Sound Nation.

Registrati in case e luoghi abbandonati, i suoi dischi lo- fi hanno un suono scuro e incandescente.

Memory of Mine Memory to Be ” è stato registrato in un antico palazzo dall’artista stesso con un registratore otto tracce e due microfoni. Collaborano all’album la cantante francese Mina Tindle nel brano di apertura You Lie You Lie e la cantante di folk tradizionale italiano Rachele Andrioli nel terzo brano Out of the Truth e nel brano di chiusura Saber’s Fate.

Ascolta qui

Start ore 21,30

Ingresso libero

This site is protected by WP-CopyRightPro