Articoli marcati con tag ‘Venerdì’

Venerdì  23 marzo 2018 la stagione Live Music del Joy’s Pub di Bari presenta lo spettacolo di flamenco 2017_07_04_sl_2719_resized Noche de Soniquete del gruppo Aire Flamenco Sur di Roma. Il gruppo di  flamenco proporrà i vari stili del ‘baile’ flamenco interpretati da Sara Vallucci esprimendo sulla scena l’interiorità  e la personalità di questa danza che è più uno stile di vita e un modo di essere che una semplice ricerca estetica. Il risultato è un insieme di stili da quello più sensuale a quello più ritmico a quello più moderno. L’intento  è quello di proiettare lo spettatore nelle più suggestive atmosfere  flamenche, alternando ritmiche conturbanti a melodie suggestive. Influenze arabo indiane, innovazioni tematiche e armoniche, passione, ritmo, mistero e fascino cattureranno il cuore dello spettatore offrendo uno spettacolo affascinante…sicuramente indimenticabile.

Lo spettacolo inizia con  un’atmosfera più profonda e drammatica che riguarda la siguirija y martinete  per  poi svilupparsi in temi più allegri e di festa come la guajira, la buleria.

Tutto questo accompagnato dalle meravigliose ed emozionanti  note del compositore e  guitarrista Matteo D’Agostino il quale presenterà alcuni  brani del suo progetto musicale ” Aqui  Me Encuentro!”

2017_06_28_sv_1296_resized_1 “Vuol dire “Eccomi Qui!”, è lo spettacolo dove metto a nudo la mia sensibilità di interprete e di compositore. E’ una dichiarazione di amore per la musica e per un genere musicale, il flamenco, al quale sono dedito da più di 15 anni. Questo progetto musicale è il punto in cui si incontrano tutte le influenze musicali che ho assorbito e che negli anni mi hanno emozionato, prendendo la forma del flamenco, la musica con cui risuono di più attualmente. Il concerto quindi si presenta come un insieme di composizioni originali, basate sulle forme degli stili musicali flamenchi (palos) più conosciuti, come Buleria, Alegrias, Tangos, Rumba, ecc… il tutto influenzato da altri generi musicali come il jazz, bossa-nova, musica classica.  

Il Flamenco, è una cultura popolare, fatta di terra, di sole e di mare, come l’Andalusia. E’ la cultura con cui un popolo, quello gitano, ha saputo riscattare la sua condizione di segregazione, creando un’arte che veicola sentimenti profondi e stati d’animo che vanno dal primitivo al sublime. È una musica che ha saputo essere colta ed influenzare compositori come Isaac Albéniz, Joaquín Rodrigo, Manuel de Falla. È divenuta poesia, passando per le mani di Federico García Lorca e Rafael Alberti. È una danza forte e suggestiva. È una cultura viva, che tuttora permea profondamente il sud della Spagna e i suoi abitanti.!”

Matteo D’Agostino

Guarda qui

Start ore 21,30

Ingresso libero

Venerdì 2 marzo 2018 la stagione LIVE MUSIC del Joy’s Pub di Bari ospita il folksinger calabrese AL THE COORDINATORAl the coordinator è Aldo D’Orrico. Nasce nel 1979 a Cosenza e possiede una voce acuta e graffiante, tale da rovinare le pareti dei luoghi in cui si esibisce. al-the-coordinato-fotopromo2 Romanticamente innamorato del metal (tra le sue prime passioni) e fortemente predisposto alla musica d’autore, all’età di 13 anni imbraccia la sua prima chitarra.

Diventa chitarrista dei Miss Fräulein, dalla cui formazione nascono due album autoprodotti (Tob was my monkey e Aprofessionaldinnerout) e un terzo per Mk Records e Indipendead records, The Secret Bond, cui seguono esibizioni in tutta Italia: Heineken Jammin’ Festival, Ypsigrock e Arezzo Wave compresi.

Aldo prende lezioni dal maestro Lutte Berg e perfeziona i suoi rudimenti di blues e rock’n’roll nei Texaco Jive di J.J. Guido, vera formazione-scuola per musicisti, che diventa internazionale quando la band è chiamata ad accompagnare le tournée italiane della cantante newyorkese Amy Coleman.

Nel 2008 fonda insieme a Mario D’Orrico (mandolino) i Muleskinner Boys, con cui porta in giro il verbo del bluegrass; genere, questo, di cui apprende i segreti dal grande chitarrista acustico Russ Barenberg

Fa inoltre parte con la sua chitarra del progetto Kyle di Michele Alessi (Captain Quentin) e dell’ensamble4+20 con Mirko Onofrio e Stefano Amato (entrambi nella Brunori Sas).

Al The Coordinator è l’ultima declinazione della musica di Aldo.
Blues, bluegrass, folk: tutto si fonde nella sintesi di chitarra e voce, alla base del suo orizzonte sonoro.

Join The Coordinator è stato pubblicato il sei maggio per La Lumaca Dischi e Gas Vintage Records

Ascolta qui

Ingresso libero

Info 0805542854

 

Venerdì 16 febbraio 2018 alle ore 21,30 ospite della Live Music 2018 promossa dal Joy’s Pub di Bari, sarà la BeDixie – dixieland jass band, presentati da Lobello Records. BeDixie – dixieland jass band è un viaggio musicale che rappresenta un immaginario colmo di bellezza e passione. dixieland-jass-band Lo stile Dixieland della New Orleans negli anni ’20 è un’ispirazione forte che si mescola a un itinerario fatto di locomotive sbuffanti, bottiglie mezze vuote, tabacco stagionato e lo strumento sempre al fianco, come il migliore amico. Perché quando la festa comincia, la musica deve essere quella giusta.

BeDixie percorre sentieri poco battuti perché difficili da perseguire se non con elevata capacità tecnica, sensibilità poetica e grande spirito di gruppo. Quello che si respira tra i giovani e talentuosi musicisti che compongono la band. Una formazione modulare fino a otto elementi, per uno spettacolo in divisa dixieland rigorosamente in acustico, che trova la sua massima espressione per strada in puro stile marching-band. Un intreccio polifonico, uno sviluppo armonico collettivo che colma ogni vuoto, in modo da non infrangere il mood sonoro in cui musicisti e pubblico interagiscono.

Dal Jazz delle origini di New Orleans fino allo swing, volando nel tempo e nelle musiche del mondo fino alle fanfare balcaniche.

ascolta qui

Start ore 21,30

Ingresso libero

Venerdì 9 febbraio 2018 ore 21,30, la Live Music del Joy’s Pub presenta la cantautrice marchigiana Serena Abrami. Il 9 dicembre 2016 è uscito il suo secondo album “Di imperfezione”. serena_acustica_banner_evento Dopo l’anteprima streaming dell’album su Ondarock, il primo singolo “Credo” finisce nella compilation di dicembre di Rockit, mentre il video del secondo singolo “Di imperfezione” viene pubblicato in anteprima su Rockerilla. Il video del terzo singolo “Forse è culturale” è uscito il 2 luglio in esclusiva su Coming Soon, mentre il video del remix dell’inglese Howie B in esclusiva su Rockit.

Le nuove undici tracce sono state registrate tra il Nufabric Basement di Fermo ed il Panic Botton Studio di Londra sotto la guida del fonico Steve Lyon (Cure, Depeche Mode) e masterizzate da Pete Maher (The Rolling Stones, U2). L’ indirizzo sonoro è curato da Serena e dal chitarrista Enrico Vitali, a cui si aggiungono Mauro Rosati (synth e pianoforte) e Marcello Piccinini (batteria) per le fasi di scrittura, arrangiamenti e registrazione.

L’attuale suono della band mescola atmosfere BritPop e Folk Rock. Tra le influenze: Joni Mitchell, Feist, Beth Gibbons e Smoke Fairies, senza dimenticare i grandi cantautori italiani.

foto-nuova-3bisBIO
Con un’intensa attività live alle spalle e sul palco sin da piccola, Serena ha collaborato con diversi artisti italiani come Fiorella Mannoia, Max Gazzè, Cristina Donà, Gnu Quartet, Musica Nuda, Paola Turci, Marina Rei, Perturbazione, ed internazionali (Suzanne Vega, Terra Naomi); ha partecipato a trasmissioni televisive tra cui “Top of the pop’s”, “Quelli che il calcio, “Music Box e radiofoniche nazionali (“Barbarossa Social Club”, “StudioMax”, “Rai Internazional”, “Notturno Italiano”, “Start!”, “Via Asiago live”, “Radio Italia”…).
Serena esordisce discograficamente con “Lontano da tutto” (EMI – 2011); l’album contiene “Tutto da rifare” scritta da Ivano Fossati (pezzo inserito a sua volta in “Pensiero Stupendo – Le canzoni più belle e famose di Ivano Fossati interpretate dai più grandi artisti italiani) e “Lontano da tutto”, brano scritto e pensato per lei da Niccolò Fabi, con la quale partecipa al Festival di Sanremo 2011 nella categoria “Nuove Proposte” classificandosi quarta. In seguito viene pubblicato il videoclip diretto da Rocco Papaleo e che vede la partecipazione del giovane attore Paolo Briguglia.
Lo stesso anno duetta con Max Gazzè nel singolo “Scende la pioggia (da un’ora)” e nel 2012 incide il singolo “Ottobre” insieme a Tommaso Cerasuolo, voce della band Perturbazione, sotto la produzione di Luca “Vicio” Vicini dei Subsonica.

Guarda Il Video 

Ingresso libero

Consigliata la prenotazione

Venerdì 28 aprile 2017 alle ore 21,30 prima assoluta in concerto al Joy’s Pub di Bari sarà la cantautrice bresciana CLAUDIA IS ON THE SOFA che presenterà il suo ultimo disco TIME OF ME . copertina 1d

La voce di Claudia (il cui vero nome è Claudia Ferretti) è familiare come quella della tua migliore amica. Imbracciando la sua fidata chitarra Emmylou Ribs, canta gli attimi e i silenzi, il frastuono e il ruggito, li porta sospesi a chi ama ascoltarli.

Cantautrice dal cuore americano, canta soffici canzoni composte sul sofa, raccontando le vite raccolte per strada a chi ama ascoltarle. Il disco di esordio Love Hunters (Gibilterra management) fa conoscere e apprezzare Claudia Is On The Sofa lungo tutta la penisola. Claudia canta ora per l’Italia e si avventura in Europa con l’album Time of me.

 “Un viaggio musicale nel profondo delle nostre sensazioni così come in un avventuroso tour on the road in America, avvolti in una soffice e calda coperta tessuta con trame delicate e risolute di folk-rock classico e contemporaneo, sexy e malinconico, intimo e cinematografico, ricco e curato nel dettaglio quanto spontaneo ed emotivo.”

OLYMPUS DIGITAL CAMERADivide il palco con Joan as a police woman, Scott Matthew, Hugo Race, Steve Wynn, Sondre Lerche, Dillon, Omar Pedrini, Paolo Benvegnù, Cesare Basile, Federico Fiumani, Marco Parente e molti altri. Collabora con diversi artisti, tra cui Omar Pedrini nel suo “Che ci vado a fare a Londra?” e Giorgio Tuma. Presta voce e canzoni a sincronizzazioni, arrivando a Cannes con uno spot realizzato da Filmgood e Vetriolo.

http://www.claudiaisonthesofa.com/

Ascoltala qui

Start ore 21,30

Ingresso libero

Per la prima volta in tour in Italia a Bari, venerdì 7 aprile 2017 alle ore 21,30, THE ZAP SHOW saranno ospiti della Live Music organizzata dal Joy’s Pub.

the-zap-web

Insieme animano le vite e causano terremoti di felicità con il loro show chiassoso, pieno di ritmo pacchiano, perversi spettacoli di burattini, un teatro estremamente fisico, un tip tap tenace ed un cabaret da piatti splash. Prendendo ispirazione da Bob Fosse, Louis Prima, la musica skiffle e gli antichi metodi di fare il bucato, lo Zap Show crea molto più che ritmi che rilassino i vostri piedi e le corde vocali, è uno show fisico e selvaggio che sicuramente alleggerirà la vostra tensione e farà gorgogliare la vostra vasca da bagno.

THE ZAP SHOW è formato da: the-zap-show-1

WILL HENDERSON, un produttore multi strumentale di vibrazioni, scrittore di canzoni, invita al sorriso ed a ballare in pista. MADEMOISELLE GABRIELLE una showgirl in paillette incontra la superstar di un circo; questo camaleonte in costume trasuda classe e curiosità, porta con sé, ovunque vada, una borsa di scherzi senza fondo. PETRO, un creatore di cascate di sorrisi e molte lacrime di allegria; questa leggenda della mitica Grecia che porta con sé l’afro è famosa per calpestare i polli nel suo tempo libero. “Cosa ottieni se lanci in un frullatore un’asse per il bucato, un megafono, un ukulele, un pollo di gomma, delle scarpe da tip tap, una tromba, due canguri ed un po’ di tzatziki?”. In questo tour si aggiunge a loro anche la violinista YOUKA per meglio combinare vintage swing jazz con una moltitudine di sorprese cariche di fascino e comicità.

Uno spettacolo ricco, divertente ed articolato da non perdere per gli amanti del Swing, Tap and Honk 

http://www.thezapshow.com/,

Guarda il video 

Start ore 21,30

Ingresso libero

Ospite della Live Music, organizzata dal Joy’s Pub di Bari, venerdì 10 marzo 2017 dalle ore 21,30 da Montecavolo (Emilia Romagna) in tour il bluesman STEFANO BARIGAZZI. Ste inizia la sua carriera musicale suonando la batteria, IMG_0266 dove conosce alcune delle icone più importanti della musica rock, viaggiando indietro nel tempo conosce e si innamora del blues e inizia a suonare l’armonica a bocca.
Dopo due anni di full immersion nel genere, trova l’apice della sua espressione nella chitarra e nel canto. Il suo repertorio spazia dai primi blues, gospel e soul, fino al folk americano. Chitarra resofonica, chitarra elettrica e acustica, accompagnano Ste in questo viaggio musicale.Il repertorio interpretato va dai blues più primitivi a pezzi inediti e cover del folk americano, con qualche sfumatura a tratti country, che combacia perfettamente con il repertorio live.

Stefano Barigazzi nasce a Reggio Emilia nel ’96.

Forma assieme ad Enrico Zanni i Poor Boys, band dai suoni elettrici che percorre le vie del blues meno tradizionale e più rustico. Nel 2016 danno vita a “Roots” , disco che rivisita appunto le radici musicali dei Poor Boys.

Sito https://www.poorboysblues.com/,

Ascolta qui

Ingresso libero

Start ore 22,00

This site is protected by WP-CopyRightPro