Venerdì 3 febbraio il nostro viaggio tra le Tradizioni Culinarie incontra la “Zuppa di Ceci e Castagne”. Abbiamo voglia di stuzzicare il tuo palato e lo faremo anche in occasione di “In Bocca al libro”, un appuntamento culturale che vede un autore intervistato da un critico letterario e non solo.
Ma parliamo della zuppa di ceci e castagne. Tipicamente autunnale, un piatto “povero”, le cui origini si perdono in un passato piuttosto antico…di carbonai e boscaioli, risalendo indietro nel tempo, anche fino al ’700 … in tutte quelle zone dell’Appennino ricche di boschi di castagni.

Per le popolazioni montane spesso la produzione del carbone rappresentava l’unica possibilità di sostentamento famigliare, con l’allevamento degli animali e una stentata agricoltura. Vivere il bosco significava anche approvvigionarsi dei suoi frutti…e la castagna ne era sicuramente l’emblema.
Un piatto caldo e sostanzioso come questa zuppa ben si confaceva alla rigidità del clima montano e all’esigenza di cibi sostanziosi.
L’Abruzzo nello specifico è una terra ricca di lavoro e di passione, di storia e di ideali. La tradizione culinaria abruzzese è molto variegata e molto legata alla sua conformazione geografica. Ecco quindi che nelle zone di mare le zuppe di pesce e la materia ittica la fanno da padrona, con la loro freschezza e la loro originalità.  Se invece ci avviciniamo alla catena montuosa appenninica ed al Gran Sasso, possiamo subito notare come le tradizioni dei contadini e degli allevatori  che solevano sfamarsi con i frutti della terra e della propria transumanza, siano ancora vive nella cucina. Questa regione mantiene intatte le sue tradizioni gastronomiche. Pastorizia ed agricoltura sono attività ancora ben sviluppate e la gastronomia propone gusti forti e genuini, la cucina è robusta nei sapori. La ricetta di oggi è quella della zuppa a base di ceci e castagne. Ingredienti poveri dunque, ma al contempo gustosi, che mixati nelle più astruse combinazioni, sono in grado di stuzzicare il palato come pochi piatti al mondo.
Un appuntamento da non perdere.
E’ consigliata la prenotazione. Vi aspettiamo

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

This site is protected by WP-CopyRightPro